GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Andare in basso

GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  Destiny il Lun Gen 09, 2012 4:43 pm

Spoiler:
Locke rientra a Urbs e si reca da Claire. Ciò che trova è una gabbia vuota, Bea e Lapidus. Bea e Lapidus, in seguito ad un patto prima del rientro di Locke, mentono parzialmente: rivelano che Claire si è misteriosamente volatilizzata dopo aver azionato lo strumento ma non rivelano a John che è stata una loro idea. Bea suggerisce a Locke che ha una talpa all'interno dell'Urbs che ha passato lo strumento a Claire. Locke inizia a pensare se può utilizzare lo strumento a suo favore.
avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  Bea Klugh il Gio Gen 19, 2012 12:17 pm



*Giace ancora a terra di fronte alla cella vuota, il freddo e l'umidità proveniente dal pavimento la spronano ad alzarsi, sa bene che questa pace durerà poco, Locke starà venendo a cercare la sua prigioniera. Le balza in mente un'idea...


Ultima modifica di Bea Klugh il Gio Gen 19, 2012 12:58 pm, modificato 2 volte
avatar
Bea Klugh

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 01.10.11
Età : 56
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

[URBS]

Messaggio  Frank Lapidus il Gio Gen 19, 2012 12:21 pm

*Scomparsa per mano loro...Frank e Bea avevano agito in modo istintivo per salvare Claire dall'imminente arrivo di Locke* A momenti sarà qui lo sai vero?! *Bea fece un cenno di intesa al pilota* Dobbiamo inventarci qualcosa, perchè quando arriverà e scoprirà che Claire è sparita a causa del "trasportatore"..allora saranno guai.

*La donna nera non si scompose sembrava che avesse già in mente che cosa raccontare all'uomo calvo* Avanti..ormai ti conosco,rivelami il tuo piano prima che arrivi!*

*Ella si mise a spiegare ciò che aveva in mente al pilota, il piano era di mentire in parte a Locke, per confonderlo facendogli credere che la ragazza era si scomparsa, ma per motivi che i due non sapevano*.
Vediamo se ho capito...tu vuoi far credere a Locke che non è stata una nostra idea far volatilizzare Claire chissa dove con quello strumento, ma di mettergli in testa che quella povera ragazza è scomparsa solo dopo aver toccato lo strumento!?

*Bea si mise a ridere,spiegò a Frank che il piano comprendeva anche di rivelare al John che una talpa all'interno del suo gruppo ha passato lo strumento a Claire*
*Il pilota rimase dubbioso sul da farsi, ma al momento sembrava l'unica via d'uscita*

*Il tempo stringe...Locke si stava apprestando ad arrivare....*
avatar
Frank Lapidus

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 27.09.11
Località : isola di lost

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  Bea Klugh il Gio Gen 19, 2012 12:52 pm

Si Frank, hai colto nel segno! *Deve cercare di assicurarsi la fiducia di John Locke, mentirgli non era un piano ideale ma di certo non gliela avrebbe fatta passare liscia se avesse saputo che, per colpa sua, la prigioniera era scomparsa nel nulla.*
*Cercare di nascondere il "trasportatore" è impossibile, quell'aggeggio infernale è per terra proprio nel centro della cella, prima con l'aiuto di Claire lo avevano delicatamente fatto passare attraverso le sbarre ma adesso, senza poter aprire la porta, non c'è niente da fare*



*Uno stormo di uccelli si alza in volo dal fitto della giungla* Locke è quasi arrivato. *Fa qualche passo indietro e si posiziona in una zona in penombra. Non si sta nascondendo ma pensa che sia meglio che John veda per primo il pilota, se dovesse perdere la testa nel vedere la cella vuota si scaglierebbe subito contro di lei... In fondo per lui è solo una degli "altri".
avatar
Bea Klugh

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 01.10.11
Età : 56
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  John Locke il Gio Gen 19, 2012 11:06 pm

*Scorrevano lacrime dal suo volto, ma lui sapeva che mentiva. Sua madre continuava a singhiozzare e strepitare, a dirgli che lo voleva con lei, ma lui sapeva che non era la verità. Le ripeteva di andarsene, invano, senza trattenere un fremito emotivo ed incontrollabile. Ma la madre non era mai stata bionda, o forse si? Ora che guardava meglio quella non era nemmeno sua madre. Era una ragazza che conosceva, era la ragazza che lo aveva preso in giro. Era Claire. Non voleva più che se ne andasse. Voleva parlarle, aveva bisogno delle informazioni, anche se non era sicuro di cosa si trattasse. Si sentiva confuso. Aprì la bocca per parlare, ma da quella uscì solo caldissimo sangue. La piccola cascata rossa che scendeva dal labbro inferiore, era seguita dai suoi occhi stupiti, impauriti, lucidi. Fu a quel punto che notò la macchia rossa che aveva sulla pancia, provocata dal suo stesso coltello infilato nella schiena. Fece in tempo a girarsi, e guardare la faccia del suo assassino... Il piccolo britannico lo guardava intensamente, quasi eccitato. -Ti avevo detto che ti avrei ucciso John...-*

*Aprì gli occhi in maniera troppo veloce e la luce, seppur filtrata dalle fronde, lo accecò. Ancora un sogno terribile, ancora la sensazione imbarazzante di averci creduto. Ma c'era qualcos'altro. Emergeva pian piano la consapevolezza. Si era addormentato nella giungla, stremato dalle riflessioni su quella che (forse) era stata la visione di Charlie, e ancora non aveva raggiunto il suo obbiettivo primario. Doveva parlare con Claire. Prese il coltello, ancora appoggiato sul tronco che aveva inciso in buona parte, e corse verso l'edificio dove era segregata. Il lato positivo era che, essendo completamente ristorato, non sentiva in alcun modo la fatica. Arrivò in pochi minuti, entrò dentro l'edificio, e rimase stupefatto da quella che era probabilmente la scena inaspettata per eccellenza. Nella cella Claire non c'era, ma Beatrice e Lapidus, non troppo sorpresi di vederlo, stavano al di fuori delle sbarre, con un'espressione sul volto che era un misto di timore e complicità. Si fermò a fissarli per qualche istante. Poi, dopo essersi passato istintivamente una mano sulla parte bassa del volto per asciugare il sudore impregnato nella barba, decise di chiedere* - E voi cosa fate qui?-
avatar
John Locke

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 29.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  Bea Klugh il Ven Gen 20, 2012 1:12 pm

*Il contrasto di luce tra l'esterno e l'interno permette soltanto di vedere la sagoma scura di John Locke avvicinarsi alla cella vuota. Bea iniziò a fregarsi gli occhi per rimettere a fuoco ma, appena riaperti, si accorse dello sguardo stupefatto di John che continuava a fissarli*

<E voi cosa ci fate qui?>

*La sua inaspettata calma probabilmente è solo un modo per non metterci troppo a disagio davanti alle sue domande, si capiva perfettamente che dentro stava ribollendo di rabbia.*

*Frank dopo qualche secondo di silenzio deglutì e iniziò a raccontare la favola preventivamente accordata:
Il pilota voleva portare dell'acqua a Claire ma durante il suo tragitto nel bosco incontrò Bea che stava cercando di raggiungere il campo di Eloise, lui le propose di seguirlo e che successivamente sarebbero tornati insieme al campo ma, quando arrivarono nella prigione dove era rinchiusa la ragazza, si trovarono di fonte ad uno spettacolo mai visto prima. Claire era avvolta in una luce accecante e pochi secondi dopo era scomparsa nel nulla davanti ai loro occhi.*
*Pensa* Forse se avessimo aggiunto anche un lupo, un cacciatore e una nonnina la storia sarebbe stata più credibile! *Lo sguardo di John non sembra per niente convinto, meglio intervenire*
John... Non c'è stata nessuna magia la ragazza aveva in mano quell'oggetto quando siamo arrivati! *Indica il "trasportatore di vita" all'interno della cella* Credo proprio che sia stato quello a farla sparire. Tu sai cos'è? *Questo dovrebbe bastare a distrarlo da quella bizzarra storia*
avatar
Bea Klugh

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 01.10.11
Età : 56
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  John Locke il Ven Gen 20, 2012 9:22 pm

*Strinse gli occhi, cercando di concentrarsi il più possibile sulle parole della donna. Ascoltò con calma, per poi dirigersi verso la cella. Sfilò la chiave dalla tasca dello zaino, e aprì la grata. Lo strano strumento che si trovava al centro esatto del pavimento brillava sotto la luce del sole, trapelata attraverso le sbarre. In nessun modo avrebbe saputo identificare quell'oggetto, eppure aveva la sensazione che non fosse niente di nuovo. Era come se provenisse da un passato lontano, un tempo dimenticato in cui aveva avuto una funzione importante, e col passare degli anni fosse stato lasciato lì in un cassetto, quasi più per negligenza che per un vero disinteresse nell'utilizzarlo. Si accovacciò per guardarlo più da vicino. Arrivò a sfiorarlo con le dita, prima di fermarsi e girarsi con la testa verso Bea* -Cos'è questo?-
*La domanda era retorica, probabilmente ne sapevano quanto lui...* -Ma se non fosse così!?- *Una voce rimbombò nella sua testa, altisonante e cattiva, ma soprattutto orgogliosa. -Ti sei fatto prendere in giro troppe volte ultimamente, é ora di darci un taglio.- * Non aspettò che Bea potesse rispondere. Corse verso di lei, la spinse contro il muro e la tenne lì, bloccandole le braccia con le mani, con un ghigno furibondo sul volto.* -Che cosa è successo! L'hai fatta scappare tu! Dimmi come hai fatto!-
avatar
John Locke

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 29.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  Bea Klugh il Sab Gen 21, 2012 12:34 pm

* Sempre più convinta che il karma si stia vendicando per tutte le brutte azioni che ha compiuto durante la sua vita, si ritrova di nuovo ad essere oggetto delle angherie di un uomo infuriato.
Si trova a constatare quanto la stretta di John sia diversa da quella di Ben. Sembra che l'uomo non sia intenzionato a farle male ma che, in un impeto di rabbia, abbia voluto sfogare contro di lei la sua repressione causata probabilmente dall'impossibilità di avere pieno controllo su quello che è appena accaduto. Cerca di muovere le braccia e nota che potrebbe facilmente liberarsi, ha passato tutta la vita ad allenarsi per uscire da situazioni come questa. Decide di aspettare che sia Locke a prendere la decisione di liberarla, se si liberasse da sola l'orgoglio dell'uomo sarebbe troppo ferito*

John... ahh... Io non ho fatto nulla... Lasciami andare... Mi trovavo da queste parti solo per raggiungervi e dirvi cosa sta combinando Ben dall'altra parte dell'isola *Un movimento quasi impercettibile delle mani le fa capire che John ha leggermente mollato la presa, è interessato alle sue parole* Ben è impazzito... Vuole fare delle cose orribili e sono pronta a raccontarti tutto in cambio di ospitalità nel vostro gruppo, ma prima ti devi fidare di me e lasciarmi andare!

*John è titubante, non avrebbe mai voluto lasciarla andare, forse avrebbe preferito ucciderla di botte solo per vendicarsi di tutta la gente che lo ha raggirato, ma la curiosità di conoscere le mosse di Linus è troppo forte. Bea inizia a massaggiarsi i polsi indolenziti*

Era da quasi 48 ore che qualcuno non cercava di uccidermi mi stavo quasi preoccupando *Dallo sguardo di Locke è chiaro che non ha voglia di scherzare, Bea si rivolge a lui guardandolo fisso negli occhi*

Non sapevo neanche chi fosse quella ragazza perchè mai avrei dovuta liberarla? Ho già abbastanza problemi per conto mio! *Sa di mentire ma non ha altra via di uscita*Però c'è un ultima cosa che voglio dirti, ormai sono tanti anni che vivo su quest'isola e una cosa l'ho capita, non ci si può fidare di nessuno! Non sto di certo portando acqua al mio mulino cosi dicendo, ma stai bene attento, non sempre è un tuo nemico a fregarti...
avatar
Bea Klugh

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 01.10.11
Età : 56
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  Frank Lapidus il Sab Gen 21, 2012 8:55 pm

*Attimi di buio...attimi di confusione. Frank non era altro che questo in quel momento. Vedere Locke infuriarsi in quel modo con la ragazza gli aveva fatto un certo effetto*


*Bisognava prendere in mano la situazione, Bea aveva fatto capire a Locke che una talpa all'interno del suo accampamento lo sta raggirando*

Spero che sappia quello che sta dicendo*il pilota non sembrava molto convinto delle parole della donna, come lo stesso Locke*

Ehi John ascolta! *locke si voltò verso il pilota* So che ti sembrerà strano, ma ti posso garantire che se cè qualcuno che si intende di spie, questa è lei! *Locke lo fissava* stammi a sentire, potrai anche non crederci, ma se vuoi ti posso dire che quell'oggetto potrebbe essere pericoloso per la sopravvivenza di tutti, deve essere utulizzato con molta cautela. Non sappiamo se Claire è viva o no perciò non ti posso assicurare se è ancora viva.
*Sapeva di rischiare, ma a quel punto era l'unica possibilità rimasta, far rimanere con il dubbio Locke* L'uomo calvo tolse le mani di dosso alla donna e decise di fidarsi del pilota*

<Va bene Frank, facciamo a modo tuo! Se cè una spia nel mio gruppo...lo troverò.Nel frattempo quell'oggetto potrebbe servirmi...!>
avatar
Frank Lapidus

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 27.09.11
Località : isola di lost

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  John Locke il Dom Gen 22, 2012 1:40 pm

Bea poteva aver mentito, ma Lapidus sembrava troppo spaventato. Ciò che diceva probabilmente era la verità. Lasciò andare la donna del tutto, per poi portarsi faccia a faccia con il pilota.* -Spero per te che sia la verità.- *Frank non rispose. John allora smise di fissarlo, ed entrò nuovamente nella cella. Tirò fuori un fazzoletto di flanella dalla tasca ed avvolse l'oggetto. Nonostante non lo stesse toccando, sentiva una strana sensazione... come un formicolio alle mani. Fece un nodo, così da chiudere quello strano pacchetto, e lo ripose nello zaino. Poi si avviò in silenzio fuori dall'edificio, non badando se gli altri due lo stessero seguendo o meno. Era intenzionato a scoprire a cosa servisse quell'oggetto, ma soprattutto a capire se davvero c'era una talpa all'interno del campo, ed ancora se la stessa talpa (o talpe) non fosse stata davanti ai suoi occhi appena qualche minuto prima. Tornato finalmente nella sua tenda, sfoderò l'oggetto dal tovagliolo, con cautela, facendolo scivolare sul tavolo. Poggiò i gomiti, in modo che le sue due mani, con le dita incrociate, fungessero da sostegno al suo mento, con la testa che permetteva agli occhi la posizione congeniale per inquadrare lo strumento. Iniziò a studiarlo.
avatar
John Locke

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 29.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 8 "URBS" [Bea, Lapidus, Locke]

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum