Gruppo 8 "ISOLA" [Sayid, Kelvin (PNG)]

Andare in basso

Gruppo 8 "ISOLA" [Sayid, Kelvin (PNG)]

Messaggio  Destiny il Gio Set 29, 2011 4:39 pm

Tema: Chi è la persona che Sayid e Kelvin stanno trasportando?
avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Sayid

Messaggio  Sayid Jarrah il Sab Ott 01, 2011 1:56 pm



Sayid e Kelvin procedevano lungo la boscaglia dell'isola che adesso appariva cupa e silenziosa. *Dove lo stiamo portando?* domandò Sayid mentre di colpo si fermò facendo capire che se non avesse avuto una risposta esaustiva non avrebbe proseguito un solo metro in più. Kelvin sospirò, appoggiarono il corpo morto a terra, e iniziò a parlare:* è Ivan* *perché è morto? e dove lo stiamo portando* incalzò Sayid. *Quando arriveremo lo scoprirai. Ora sbrighiamoci, siamo in ritardo!* In ritardo per cosa? in ritardo per chi? Erano queste le domande che rimbalzavano nella testa di Sayid che però adesso le nascondeva dentro di sé per continuare a capire a che gioco stesse giocando Kelvin.

Arrivarono nei pressi della Fossa Comune. Corpi dilaniati, scheletri, putridume e vermi sguazzavano nell'indegno sepolcro dei poveri defunti. Ivan con un bel balzo andò a fargli compagnia. Sayid estrasse la pistola...*Per conto di chi stai agendo?* Kelvin sorrise e disse all'iracheno di abbassare la pistola. *Chi sono tutti questi cadaveri?* *Erano malati, Sayid. Malati e pericolosi per noi tutti. Li abbiamo dovuti eliminare. Dobbiamo fare questo ora, liberarci di questi potenziali assassini* A Sayid non piaceva affatto ammazzare della gente solo perché avevano avuto la sciagura d'incappare in questa misteriosa malattia. e così ripuntò la pistola e ripeté la domanda:*chi ti manda?

*Non è importante chi* ribattè seccato Kelvin *è importante quello che stiamo facendo. Per noi, per lui, per l'isola...* *Per lui?* rispose subito Sayid intuendo di aver trovato una breccia nel silenzio ottuso di Kelvin. L'ex abitante del bunker si morse le labbra e poi abbassò le braccia. *Benjamin Linus. Dobbiamo uccidere questi morti viventi e buttarli qui. Non era peggio quando uccidevi la gente che invece moriva per degli ideali, Sayid? Gente libera, gente fiera, loro non si spezzavano, non si volevano piegare al tuo Saddam...* *smettila!* urlò Sayid. Kelvin si avvicinava all'iracheno e continuava *donne, bambini, uomini innocenti. Li hai uccisi tutti tu!* Sayid a stento tratteneva rabbia e lacrime, mentre Kelvin nell'avvicinarsi tentò di rubargli la pistola. Lo fece e poi una freccia sorprese Kelvin alla schiena...

Lo trafisse da parte a parte e poi cadde a terra, come corpo morto cade. Sayid impressionato si guardò alle spalle ma non c'era nessuno. In nessuna direzione egli guardasse trovava risposte alla sua domanda: chi ha ucciso Kelvin? E poi: come agire? I morti viventi, i morti che tornavano vivi nella sua memoria, i morenti da uccidere. Sayid sembrava essere ripiombato nel solito dramma. Ma stavolta decise che avrebbe deciso lui e non il destino, il suo percorso. Così prese la pistola dalle mani senza vita di Kelvin, se la puntò contro e sparò. Il suo corpo cadde dentro la fossa.
avatar
Sayid Jarrah

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum