GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Andare in basso

GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Destiny il Mer Feb 22, 2012 9:01 am

Spoiler:
Le parole di Desmond sembrano aver fatto breccia su Naomi. La Dorrit si reca a casa Hume per scoprire se realmente Penny e suo marito, dopo i recenti problemi con Keamy, possono aiutarla a tirarsi fuori dai guai con Widmore.
avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Naomi Dorrit il Gio Mar 01, 2012 8:33 pm

*Slaccia la cintura di sicurezza, tira il freno a mano e gira la chiave per spegnere l'auto.* -Dovrei esser arrivata. Così pare.- *Il tragitto era stato più breve del previsto. Avrebbe potuto studiare al meglio il dialogo che avrebbe tenuto con i due coniugi. Avrebbe potuto cercare la parole giuste, le più adeguate, le più opportune. Apre la borsa tirando su la zip ed afferra il tovagliolo con su scritto il numero di Penny che Desmond le aveva dato nell'hotel. Riflette qualche minuto stando seduta sul sedile dell'auto. Aveva preferito parlarle di persona, guardandola dritta negli occhi, piuttosto che conversare a telefono. Sapeva che sarebbe stato difficile, ma, come si suol dire, tentar non nuoce mai... E poi Penny voleva ringraziarla, aveva passato un brutto periodo e Naomi l'aveva aiutata. Magari avrebbe potuto fare lo stesso con lei. Aiutarla. Non chiedeva chissà cosa, in fondo non era poi così tanto complicata la faccenda. Ma, nonostante tutto, aveva un brutto presentimento. Ah, se fosse stata molto più attenta con Keamy! Non sarebbe successo niente e tutto sarebbe filato liscio. Stava perdendo colpi? Forse sì. Mah, chissà. Tira un lungo sospiro. Doveva muoversi. Voleva togliersi quel peso dallo stomaco. Quanto più velocemente sarebbe uscita dall'auto, tanto più velocemente sarebbe ritornata all'hotel. Quanto più velocemente avrebbe corso per giungere alla porta di quell'appartamento, tanto più velocemente sarebbe ritornata all'hotel.*

Din Don[i] *Quanto più velocemente avrebbe suonato il campanello, tanto più velocemente sarebbe ritornata all'hotel.*
*Il rumore della serratura. La porta che si apre. Una donna che con un leggero sorriso la saluta. Un terribile odore di muffin.* -Salve-


Ultima modifica di Naomi Dorrit il Ven Mar 02, 2012 6:02 pm, modificato 2 volte
avatar
Naomi Dorrit

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 42
Località : Manchester, Regno Unito

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Penelope Widmore il Gio Mar 01, 2012 8:35 pm

Bip - bip - bip - bip - bip.
Il timer del forno stava suonando, Penelope corse in cucina per tirare fuori i muffin dal forno.
Amava il sabato pomeriggio: era una bella giornata di sole e finalmente lei e Desmond potevano passare un po' di tempo insieme.

Dlin - dlon.

"Il campanello... Chi può essere?".

- Des, aspetti visite?

Nessuna risposta. Penny accorse ad aprire e si ritrovò di fronte una bella ragazza mulatta.

- Posso aiutarla? - chiese, gentile ma con aria interrogativa.


Ultima modifica di Penelope Widmore il Ven Mar 02, 2012 9:02 am, modificato 3 volte
avatar
Penelope Widmore

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 44
Località : Londra

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Naomi Dorrit il Gio Mar 01, 2012 8:42 pm

-Scusate il disturbo, signora Widmore... Sono qui per parlare con voi e con vostro marito Desmond. E' una faccenda piuttosto urgente. Mi chiamo Naomi, Naomi Dorrit. Desmond è in casa?- *Penny le accenna un lieve sorriso ed annuisce. Era palesemente sorpresa dalla sua visita e le fa strada accompagnandola nel salotto. La casa era bella, piccola, ma molto accogliente. Si respirava un'aria tranquilla e serena e i suoi pensieri tormentosi per un attimo vengono accantonati dalla mente della donna. L'appetitoso odore di muffin aumenta non appena Naomi attraversa lo stretto corridoio. Le viene quasi fame. Lo stomaco inizia a reclamare. Naomi aspetta nel salotto l'arrivo di Hume.


-Ho bisogno del tuo aiuto, Penny.- *Interrompe quel silenzio per poco imbarazzante.* Ho combinato un casino. Sono nei guai e solo tu potrai sistemare le cose. Per farlo, però, dovrai parlare con il signor Widmore, tuo padre. So che tra te e lui le cose non vanno per il meglio, però, magari potrebbe essere una buona occasione per migliorare il vostro rapporto. Se rifiuterai, ti capisco perfettamente e me ne andrò da questa casa così come sono entrata. Ti chiedo solo di rifletterci. *


Ultima modifica di Naomi Dorrit il Ven Mar 02, 2012 7:54 pm, modificato 2 volte
avatar
Naomi Dorrit

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 42
Località : Manchester, Regno Unito

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Penelope Widmore il Gio Mar 01, 2012 8:44 pm

- Prego, prego. Si accomodi - Penny si fece da parte per fare passare Naomi.

"Faccenda urgente... Sicuramente non poteva non esserci di mezzo mio padre". Pensò Penny, rassegnata.

- Siediti qui in salotto, Naomi. E chiamami pure Penny - Penny sorrise, seppure lievemente imbarazzata.

Poi si avvicino alle scale e gridò: - Des, ci sono visite, vieni!

E si portò una mano alla tempia: non sapeva perchè, ma era fortemente preoccupata per questa visita inaspettata, anche se non voleva darlo a vedere.


Ultima modifica di Penelope Widmore il Sab Mar 03, 2012 1:44 pm, modificato 3 volte
avatar
Penelope Widmore

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 44
Località : Londra

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Des Hume il Gio Mar 01, 2012 8:44 pm

*Amava il sabato, ne adorava la mattina. Solitamente, dopo aver sistemato le cose di casa, qualche pulizia, un pò spesa o altro, Pen e Des si recavano per un breve brunch in un locale di un amico di lei, dove venivano servite uova strapazzate che adorava, delizia per il palato. Poi la giornata proseguiva a seconda del tempo, o delle iniziative. Amava il sabato, sopratutto il pomeriggio. In particolare quando il sole brillava in cielo. Si erano recati al molo, un breve salto a sistemare qualcosa alla loro seconda casa "Our mutual friend", due passi abbracciati e poi a casa, la parte che preferiva, il ritorno a casa. Li, nelle stesse mura, condividevano i propri interessi a pochi metri. Penny solitamente preparava in cucina, generalmente un piatto che l'aveva colpito molto in settimana. Per questa volta erano i Muffin ai mirtilli che avevano mangiato al brunch, molto buoni e gustosi, li aveva apprezzati molto anche lui. Des, invece, si dedicava al suo secondo amore, il football, in cui 11 giocatori contro altri 11 si contendevano un pallone e una rete. La sua squadra preferita, a strisce rossonere, aveva appena giocato contro gli avversari e questi, con armi subdole, provocando, lamentandosi, dando sfoggio di basso profilo morale nonostante la netta supremazia degli avversari. Una partita, senza nè vincitori nè vinti. Un pò quello che si aspettava, nella "querelle" con Charles, almeno da parte sua. Almeno lui, loro, avrebbero lottato per Charlie, senza sbandierare altre bandiere. Suonò il campanello, passò qualche attimo e Penny lo chiamò. Poteva lasciare la partita tranquillo, tanto la palla era in mano al generale Mark, tranquillità e sicurezza, Magister Football. Entrato nell'atrio, passò da spettatore a Giocatore. Ecco Naomi, aveva abboccato. O meglio, aveva usato il raziocinio, l'emisfero destro. Fortunatamente, era riuscito a cogliere due piccioni con una fava.*
-Naomi, che piacere!-
*Sorrise, si rivolse verso Pen:*
-Tesoro, ti ricordi che ti avevo parlato di quella ragazza caduta dal cielo che aveva contribuito in maniera determinante al tuo salvataggio? Eccola, sedetevi, penso che avrete tante cose da dirvi.-
*Sorrise nuovamente, facendo il gesto di accompagnarle nella sala, ma i piedi puntavano il mobile con i Liquori*
-Penso che un pò di schotch faccia al vostro caso, riserva 1952...-
*sorrise nuovamente, emettendo un leggero sibilo di aria, quasi compiacendosi per aver anticipato le due donne*
-Non credo ci sia bisogno neanche di chiedervelo. Pen, vi porto due bicchieri.-


Ultima modifica di Des Hume il Ven Mar 02, 2012 10:19 pm, modificato 3 volte
avatar
Des Hume

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 13.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Penelope Widmore il Gio Mar 01, 2012 8:51 pm

Mentre Desmond andava in cucina, Penny gli disse: "Non dimenticare i muffin, sono ancora in forno!".

Seduta sul divano accanto a Naomi, Penny scosse la testa dispiaciuta.

- Naomi, ascolta... - fece una breve pausa, per affrontare il discorso nel modo più delicato possibile e per non ferire i sentimenti di Naomi, che aveva fatto così tanto per loro... Aveva salvato Desmond e questo bastava a Penny per esserle riconoscente a vita.

- Voglio essere da subito sincera con te. Io e mio padre siamo in pessimi rapporti, si è sempre rifiutato di aiutarmi o di venirmi incontro qualunque volta io glielo abbia chiesto. Pensa che addirittura con Desmond... - Penny si interruppe, pensando che non fosse opportuno ricordare quanto suo padre abbia sempre tentato di ostacolare la sua relazione con Desmond.
- ... Insomma, lui non accetterà mai di aiutarti anche se io dovessi intercedere per te. Non saprei proprio come aiutarti, sebbene io voglia tantissimo farlo... E non sai quanto mi dispiace di ciò. Tu sei speciale, Naomi, sappi che sia che Desmond siamo infinitamente riconoscenti nei tuoi confronti e siamo in pessimi rapporti con mio padre almeno quanto te.

In fondo però, l'idea di non doter avere a che fare con suo padre, la sollevava profondamente.
Più evitava un confronto con lui e più si evitavano i guai che per anni avevano segnato la sua relazione con Desmond e tutta la sua vita stessa.

Appena Desmond varcò la soglia del salotto, Penny cerco il suo sguardò come supporto.

Era certa che avesse sentito tutta la conversazione, seppure fosse nell'altra stanza.



Ultima modifica di Penelope Widmore il Sab Mar 03, 2012 2:00 pm, modificato 4 volte
avatar
Penelope Widmore

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 44
Località : Londra

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Des Hume il Gio Mar 01, 2012 8:52 pm

*Violette. il Viola, adorava il viola, il viola rappresentava la vendetta, la rivalsa. Il volere qualcosa di perso, riprenderselo. Qualcosa o qualcuno?*

*Un Blue Moon, tipico cocktail da brunch, che spesso ordinavano lui e Penny. Spesso, come quel giorno, un semplice liquore alle violette, dal profumo unico, perfetto per la sua Penny, una scorza di limone e un pò di Curaçao. cotch e ghiaccio per Naomi, la solita guerriera, anche con il bicchiere in mano. Fatto. Uno sguardo veloce alla TV. Tre passi nel delirio, rete, ma per una volta poteva aspettare. Si diresse in cucina. Muffin fuori dal forno, ora dovevano solo freddarsi. 15-16 minuti. Si avvicinò allora alla porta, rimanendo fermo qualche secondo.

Naomi aveva ceduto, Penny si sentiva in riconoscenza con lei, l'avrebbe aiutata sicuramente. Entrò, Penny lo guardò come se fosse sicura che lui era dietro la porta fino a poco tempo fà. Era vero, ma c'è rimasto per poco. Posò i bicchieri davanti alle due signore, di cui si era prodotto cameriere per un giorno.*
-Naomi, ecco il tuo scotch, anche se la prossima volta devo farti provare un liquore francese forte, un brandy, con un pò di Curaçao. Si chiama Blue Moon, forte, deciso, credo ti piacerà-
*Sorrise, sempre. Delle volte is sentiva stupido a farlo in continuazione. Ma era nel suo animo.*
-La mia Pen lo adora-
*Le posò il bicchiere davanti. Un sorriso, che non ha bisogno di descrizioni.*
-Io vi lascio sole, mie signore, devo fare una cosa... o meglio... vedere... Se avete bisogno, chiamatemi, senza problemi... discutete con calma.-
*Uscì, in direzione della partita. Non apprezzava stare molto in campo, non amava i riflettori, le manie di protagonismo. Gli piaceva osservare, se necessario dedurre, e partecipare al gioco, tutti assieme. Magari in disparte.*


Ultima modifica di Des Hume il Ven Mar 02, 2012 10:18 pm, modificato 2 volte
avatar
Des Hume

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 13.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Naomi Dorrit il Gio Mar 01, 2012 8:53 pm

*Butta giù in un sorso le ultime due dita di scotch che le avevano offerto lasciando sul fondo del bicchiere tutti i pezzettini di ghiaccio che non avevano avuto il tempo di sciogliersi. Inizia a provare una strana sensazione. La rabbia d'esser stata raggirata, la rabbia d'esser stata illusa. In fondo lo sapeva benissimo, ma ha voluto sperarci lo stesso. Le cose tra Widmore e la figlia non andavano bene, per questo non ha voluto nemmeno provare ad insistere. Nei suoi occhi traspariva tanta frustrazione e tanto sconforto e qualche lacrima ha iniziato a solcarle il volto lentamente. Ed ecco i sensi di colpa, una sorta di pedaggio da pagare per l'ennesima volta. Non poteva andare peggio di così. Si sentiva uno schifo.* -D'accordo, non preoccuparti. Ho sbagliato io, ho sbagliato tutto...non avrei dovuto... Me la vedrò da sola, mi dispiace. Scusate, perdonatemi. Mi accompagnate alla porta? Forse è meglio che vada- *Si alza, indossa frettolosamente la giacca che aveva appoggiato sulla sedia e si dirige verso l'uscita.* -Arrivederci e scusate ancora...-


Ultima modifica di Naomi Dorrit il Ven Mar 02, 2012 8:22 pm, modificato 1 volta
avatar
Naomi Dorrit

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 42
Località : Manchester, Regno Unito

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Penelope Widmore il Gio Mar 01, 2012 8:57 pm

Naomi era palesemente scossa dal rifiuto di aiuto di Penny, tanto che decise di andarsene all'improvviso.
Penny, a disagio, si alzò per seguire la ragazza e accompagnarla all'ingresso e Desmond si unì a loro, senza dire nulla.
Penny sapeva che qualsiasi cosa lei avesse deciso di dire o fare, Des era con lei. E per questo lei lo amava.

Mentre accompagnavano Naomi alla porta, Penny si rese conto di quanto fosse sbagliato non tentare nemmeno di aiutare Naomi.
Quante volte lei avrebbe fortemente desiderato un aiuto per affrontare suo padre, Charles Widmore?
Era giunta l'ora di fare la propria parte.

Mentre Naomi stava uscendo dalla porta, Penny riemerse improvvisamente da questi suoi pensieri e la fermò posandole una mano sulla spalla.

- Naomi, aspetta! - la ragazza si voltò indietro.

- Ti aiuterò. Sì... Parlerò con mio padre per te - affermò risoluta Penny.





Ultima modifica di Penelope Widmore il Sab Mar 03, 2012 2:03 pm, modificato 5 volte
avatar
Penelope Widmore

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 44
Località : Londra

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Des Hume il Gio Mar 01, 2012 8:59 pm

*L'intervallo era giunto al momento adatto. Si era alzato per mettere due muffin in una busta per Naomi, mentre questa posava con foga il bicchiere. Uscì dalla cucina con i due muffin in un sacchetto, accodandosi a Penny che seguiva Naomi. Le due donne trasparivano sentimenti tanto contrastanti quanto simili, tra rabbia e preoccupazione, dubbi e insicurezze. A differenza di cause, trasparivano pari effetti. Si avvicinò a Penny, nella speranza che una catena di effetti si scatenassero: lui tranquillizzava lei che a sua volta tranquillizzasse Naomi. Poi Penny si spostò, tocco la donna mulatta e le assicurò di parlare con suo padre. Calò il gelo, per qualche istante, forse perchè la soluzione al problema di Naomi era più rischiosa del problema stesso. Desmond prese in mano la situazione:*
-Naomi, ti accompagno alla porta allora... ti ho portato due muffin appena sfornati-
*Accompagnò Penny con la mano, quasi come se il movimento di lei accompagnasse la mano di lui, mentre si appoggiava alla porta, braccia conserte. Poi seguì Naomi fino alla porta porgendoli la busta di carta. Lei si porse in un un flebile ringraziamento. Lui, aprendole la porta, le disse:*
-Naomi, se pensi che ti ho portato qua perchè ho parlato con Eloise, ti sbagli. Non è una partita all'ultimo sangue, almeno per noi. Per riavere Charlie, Eloise mi ha chiesto un sacrificio che Pen non è al momento in grado di sopportare, e mai lo sarà, che probabilmente ci dividerà. Siamo uniti, e questo lo dobbiamo anche a te. Parlare con Charles è un sacrificio dovuto. Ti ringrazio per avermi creduto... Ah, aspetta che si freddino un pò!-
*Sorriese, Naomi rispose cordialmente, sempre spaventata agli occhi di Des. Chiuse la porta, si voltò verso Penelope, sempre ferma alla porta, braccia conserte, testa bassa. Alla chiusura della porta la alzò e gli sguardi dei due si sostennero a vicenda per qualche secondo. Lui sorrise, nuovamente, rimase fermo qualche secondo.*

-Pen...-
*Poi si avvicinò ad abbracciarla.*


Ultima modifica di Des Hume il Sab Mar 03, 2012 6:54 pm, modificato 2 volte
avatar
Des Hume

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 13.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Naomi Dorrit il Gio Mar 01, 2012 9:00 pm

albino sono un coniglio
avatar
Naomi Dorrit

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 42
Località : Manchester, Regno Unito

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Naomi Dorrit il Sab Mar 03, 2012 10:42 pm





-Davvero faresti questi per me? Ti ringrazio, Penny... Sentivo di poter contare su di te e poi Desmond me l'ha già detto più di una volta: sei sempre stata una ragazza dolce e generosa. Spero proprio che presto potrete riabbracciare finalmente vostro figlio Charlie. Ve lo meritate...più felicità, più tranquillità, più sicurezza: è proprio quello che vi ci vuole! Ve lo meritate davvero! Grazie di cuore, vi auguro tutto il bene di questo mondo, ragazzi! Vi devo un favore.- Ed un sorriso deciso le si stampa sul volto. Ci era riuscita, dal quel momento la sua carriera era nella mani della giovane donna. Era sicura che sarebbe riuscita a parlare con il signor Widmore. O almeno lo sperava.*




-Grazie per i muffin, Des! Hai mai provato la mia torta di mele?-
avatar
Naomi Dorrit

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 42
Località : Manchester, Regno Unito

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 1 "CASA A LOS ANGELES" [Desmond, Naomi, Penelope]

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum