GRUPPO 7 "URBS" [Alex, Locke]

Andare in basso

GRUPPO 7 "URBS" [Alex, Locke]

Messaggio  Destiny il Ven Mar 23, 2012 8:50 am

Spoiler:
Alex decide di separarsi da sua madre e l'abbandona prima che si svegli. La ragazza sente che con Danielle non esiste un vero legame madre-figlia e, vagando, incontrerà il suo Karl. I ragazzi decideranno di andare da Locke, a sud dell'isola a bordo di una canoa, schierandosi con lui contro Ben Linus. Locke, ancora incerto sulla prossima mossa da fare, sarà ben lieto di veder arrivare i due giovani al suo campo e di accogliere la ragazza, considerandola un'ottima arma da usare contro il suo nemico di sempre.
avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 7 "URBS" [Alex, Locke]

Messaggio  Alex Rousseau il Mar Apr 03, 2012 6:57 pm

Alex era annientata.
Giaceva nel suo giaciglio a fianco di sua madre ma non riusciva a dormire.
Tutte le rivelazioni degli ultimi giorni l’avevano dapprima quasi esaltata: quando aveva scoperto di avere una madre, questo le aveva riempito il cuore di un sentimento mai provato . Poi aveva dovuto scoprire l’inganno di Ben e questo l’aveva devastata. Lui , la persona di cui si era più fidata nella vita l’aveva tradita sin dal primo giorno! Era furibonda, piena di rabbia!
Ma a poco a poco queste sensazioni così violente l’avevano consumata, l’aver provato in così poco tempo emozioni così forti, l’aveva lasciata sfinita.
E mentre guardava il soffitto della capanna si rese conto che il suo rapporto con Danielle non avrebbe mai potuto diventare una vera relazione madre/figlia, erano passati troppi anni, avevano perso troppo tempo.
Danielle poi le era parsa da subito troppo lontana dalla realtà, sempre sulla difensiva, troppo diversa dagli altri. Forse per il lungo periodo che aveva dovuto trascorrere da sola, temendo per la propria vita, senza potersi fidare di nessuno. E poi aveva dovuto sopravvivere a quella tremenda esperienza della separazione cruenta da lei, da sua figlia.
Purtroppo Alex si rendeva conto che sperare in un rapporto vero con Danielle era un’illusione.

La guardò mentre dormiva e allora prese una decisione, doveva fare qualcosa, doveva prendere in mano il suo futuro, ora o mai più.
Facendo meno rumore possibile si allontanò da sua madre, dalla capanna e cominciò a vagare per la giungla alle prime luci dell’alba.
Sperava che l’essere immersa nella natura della sua isola l’avrebbe aiutata a ragionare, le avrebbe fatto venire qualche idea.
E l'isola mise sulla sua strada proprio l’unica persona che nella sua breve vita aveva provato per lei un affetto sincero, senza altri fini, il suo Karl. Lo incontrò che vagava, anche lui apparentemente senza meta. Quando glielo chiese, lui le rispose, abbracciandola, che era molto turbato perché non la vedeva da giorni, e quella notte non riuscendo a dormire aveva sentito un forte richiamo dalla giungla, non aveva potuto fare a meno di uscire e camminare.
Alex si convinse che il destino aveva messo Karl sulla sua strada e gli raccontò tutto quello che le era successo negli ultimi giorni, piangendo e abbracciandolo, ridendo e baciandolo.
Avevano bisogno di aiuto e non ci volle molto tempo per capire che l’unica persona che avrebbe potuto aiutarli a sconfiggere Ben era Locke. Poteva essere pericoloso, ma era l’unica cosa che Alex poteva fare per riscattarsi e Karl avrebbe fatto qualsiasi cosa per aiutarla.
Non era ancora sorto il sole quando i due ragazzi salirono su una canoa e si avviarono verso l’accampamento di Locke.
avatar
Alex Rousseau

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 22.01.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 7 "URBS" [Alex, Locke]

Messaggio  John Locke il Mar Apr 03, 2012 7:52 pm

C'era più rispetto nell'aria. Lo sentiva. Da quando Bea era scomparsa per mano sua, l'atteggiamento del gruppo nei suoi confronti era decisamente mutato. Difatti, quando qualcuno provava a chiedere spiegazioni su quanto fosse accaduto tra lui e la donna, John si limitava a sorridere, e con un basso tono di voce rispondeva "Bea non è più un nostro problema". Era vero, Bea non era più un problema, ma ciò che non sapevano, era quello che voleva significare il sorriso, prima di quelle parole, e cioè che Bea era solo l'inizio. Era finito il tempo dei favori, ed era iniziato quello delle decisioni, di quelle drastiche, che non avrebbero lasciato scampo a chi si fosse messo sulla sua strada.
Sapeva bene però che, prima o poi, avrebbe dovuto scontrarsi con l'unico uomo che fosse non solo in grado, ma anche propenso ad ostacolare il suo cammino: Benjamin Linus andava fermato.
A quanto pareva, ultimamente l'isola aveva iniziato a premiare il suo comportamento, garantendogli un successo assicurato ogni qualvolta prendesse la decisione dettata da un aggressivo senso di sopravvivenza. Ne ebbe la conferma quella mattina presto. Era uscito di buon ora per raccogliere bacche, quando sentì un rumore provenire dalla fitta vegetazione innanzi a lui. Immediatamente tirò fuori il coltello, e con passo felpato, si avviò in direzione del suono che lo aveva allarmato. Dovette però riporlo nella fodera di cuoio, quando i suoi occhi si poggiarono su due giovani ragazzi. Carl, e Alex, stremata ed impaurita, lo guardavano come un bambino che, alzatosi nella notte per fare i suoi bisogni, avesse visto un uomo che scendeva dal camino, a metà tra l'idea che fosse Babbo Natale o fosse un ladro. Tirò fuori dalla sacca che portava con se un grappolo di bacche che aveva appena colto, e si mise a sedere su un tronco. Poi ne prese una, e la mise in bocca, iniziando a masticare e nel contempo a fissare i due innamorati.
avatar
John Locke

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 29.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 7 "URBS" [Alex, Locke]

Messaggio  Alex Rousseau il Mer Apr 04, 2012 6:54 pm

Lo sguardo di Locke era enigmatico, la stava fissando e lei non riusciva a capire quello che c’era dietro, amicizia, disponibilità, crudeltà o solo derisione. Sembrava che le attraversasse il cervello. Oltretutto Locke non aveva aperto bocca da quando li aveva visti, si limitava a fissarli , gelido.
Karl era ammutolito.
Alex era spaventata, ma ricorse a tutta la forza del suo carattere ed al suo orgoglio, per non abbassare a sua volta lo sguardo.
– Forse abbiamo un obiettivo comune- disse – Io ho bisogno del tuo aiuto, ma in cambio posso darti delle informazioni importanti -
avatar
Alex Rousseau

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 22.01.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 7 "URBS" [Alex, Locke]

Messaggio  John Locke il Gio Apr 05, 2012 3:10 pm

Ascoltó le parole di Alex, notando come quella faccia stressata la facesse assomigliare in modo incredibile alla madre. Non rispose subito, ma le porse invece il grappolo che stava consumando, invitandola a servirsi. La ragazza peró rifiutó con una smorfia. John ai suoi occhi non sembrava aver neanche considerato la sua proposta, ma la realtà dei fatti era che, dal momento in cui li aveva visti, aveva iniziato a riflettere sul da farsi. Finalmente, poi, le rivolse la parola, questa volta senza sorridere.
-Sembrate in pessime condizioni. Mi parlerai della tua proposta mentre andiamo all'accampamento. Seguitemi.-
E così facendo si addentró tra gli alberi, senza aspettare una risposta, poiché non ce n'era bisogno. Solo dei pazzi sarebbero rimasti lí da soli.
avatar
John Locke

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 29.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 7 "URBS" [Alex, Locke]

Messaggio  Alex Rousseau il Ven Apr 06, 2012 6:39 pm

I due ragazzi si guardarono – Ma che vuol dire?- disse Karl, e come due molle scattarono in piedi contemporaneamente – Dove sta andando?-
La paura di Alex si stava già trasformando in rabbia - Hey! – urlò – Hey Locke, dico a te!- e prese a camminare veloce dietro all’uomo che si allontanava.

Karl la seguiva senza troppo entusiasmo - Forse siamo stati un po’ precipitosi, avremmo dovuto pensarci meglio, quest’uomo ha uno sguardo che non mi piace, stiamo cadendo dalla padella nella brace. Alex, per l’amor del cielo fermati, aspetta un momento!-

Ma la ragazza non lo stava già più ascoltando, non si voltò nemmeno, continuò imperterrita a tener dietro a Locke – Hey, Locke. Ti ho detto che ho qualcosa che ti interessa molto, ti sto offrendo la testa di mio padre su un piatto d’argento e tu non mi chiedi niente? Non mi credi?-

A quelle parole Locke si fermò di colpo, si voltò lentamente e sul suo volto si dipinse lentamente un sorriso, ma gli occhi erano diabolici, crudeli e il suo sguardo raggelò all’istante i ragazzi.
Alex si arrestò, Karl le andò a sbattere contro e lei, che per un attimo aveva tenuto gli occhi negli occhi dell’uomo, perse in un momento tutta la sua spavalderia.
Ora era di nuovo una ragazzina spaventata.
avatar
Alex Rousseau

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 22.01.12

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 7 "URBS" [Alex, Locke]

Messaggio  John Locke il Sab Apr 07, 2012 10:32 pm

Guardó Alex, e decise che la cosa migliore fosse rassicurarla. Inizió a parlare, e allo stesso tempo riprese a marciare verso il campo. Non aveva tempo da perdere. -Mi stai offrendo un aiuto, perchè tuo padre ti ha deluso, e tutte le tue certezze sono crollate. So cosa vuol dire avere a che fare con Ben, non ci si può fidare di lui.- Ora la ragazza sembrava sollevata, mentre scavalcando un tronco lo raggiungeva, cercando di stare dietro al suo passo veloce. Intanto, qualche metro più indietro, Karl bofonchiava qualcosa su un vecchio pelato, ma John non ci badó più di tanto. Erano ormai vicini alla base. Riprese a parlare, questa volta con voce un po' più bassa. - Vedi Alex, non tutti apprezzano a pieno il valore di questo posto. Persone come tuo padre sembrano più interessate ad acquisire potere, senza badare a coloro che subiscono le conseguenze delle loro azioni...- Erano ormai all'interno dell'accampamento, ed alcune facce note iniziarono a sbucare dalle tende, incuriosite dai due nuovi arrivati. John arrivó nella piazzola centrale, dove era presente la maggior parte del gruppo. Lí si fermó, girandosi un'ultima volta verso la ragazza -...ed è proprio per questo che non posso fidarmi di te.- Il volto della ragazza cambió immediatamente espressione, sconcertata dalle parole sicuramente inattese. -Ciò che mi hai detto mi sembrava sincero, ma il rischio di cadere nell'ennesimo tranello di tuo padre è abbastanza alto da farmi agire di conseguenza. Eko, porta i ragazzi nella cella.- -John non puoi farci questo!- Alex cercó di reagire, ma due uomini armati di fucile la fecero desistere. Eko, anche se un po' titubante, condusse i due ragazzi all'edificio dove poco prima era stata tenuta prigioniera Claire. John rimase lí, al centro del campo, con tutti gli occhi fissi su di lui, mentre le grida di Karl -Sei un figlio di puttana, sei un bastardo!- risuonavano nelle sue orecchie, insieme ai singhiozzi di Alex.
avatar
John Locke

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 29.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO 7 "URBS" [Alex, Locke]

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum