BEA [flashback]

Andare in basso

BEA [flashback]

Messaggio  Destiny il Lun Apr 23, 2012 1:06 pm

Spoiler:
avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: BEA [flashback]

Messaggio  Bea Klugh il Lun Mag 07, 2012 7:52 pm

Stazione Idra

<Bea!!>
*Quell'odiosa voce alle sue spalle richiama la sua attenzione*

<Ho un incarico per te!>
*Si trova a fissare ancora una volta quegli occhi falsi e cattivi. Aveva ben altre intenzioni, voleva salvare quella donna. Nella sua mente iniziano a fare capolino diversi dubbi*
"In fondo cosa ci guadagno a salvarla? Ormai la mia anima è dannata, non sarà di certo questa buona azione a farmi conquistare un posto in paradiso! Devo rischiare di mettere a repentaglio la mia vita per salvare la sua?"-
*L'uomo non ricevendo nessuna risposta la fissa perplesso*
<Bea?? Hai forse qualcosa di meglio da fare?>
*No, non ne vale la pena. Meglio continuare a comportarsi da egoista come ha fatto per la maggior parte della propria vita*
-No Ben, scusa la mia distrazione, dimmi tutto!-
<Devi occuparti dell'organizzazione delle ronde. Forse tu non ne sei al corrente ma abbiamo una prigioniera e non possiamo permetterci che Eloise e il suo gruppo cerchi di avvicinarsi a lei. Troverai i nominativi nella stanza 5, è proprio a fianco della sala operatoria ma non preoccuparti, è vuota, avrai tutta la tranquillità di cui hai bisogno. Tutto chiaro??>
-Certo Ben, consideralo fatto!-

*Seduta alla scrivania ha quasi finito di disporre i nomi nei vari turni di guardia quando sente un suono provenire dal corridoio. Quel cigolio è un suono conosciuto, le rotelle della barella avrebbero avuto bisogno di olio ormai da parecchio tempo, la chiusura della porta della sala operatoria mette fine a quel fastidioso rumore, può rimettersi al lavoro*
-Jonny meglio metterlo a nord, Butler nella parte est, poi manca..... -

http://www.yougulp.it/audio/xeMpP8bi98-8

*Si gira esterrefatta e inizia a fissare il muro alle sue spalle, non si deve lasciare condizionare, non sono fatti suoi*
-Dunque, dov'ero rimasta....-

Ahhhhhhhhhhhhh

*Si prende la testa tra le mani e cerca di tapparsi le orecchie*

Ahhhhhhhhhhhhh

*In un impeto di rabbia scaglia a terra tutto quello che c'è sulla scrivania*

Ahhhhhhhhhhhh

-Adesso basta-

*Tutti i pensieri di prima sembrano essere andati in frantumi, la sua coscienza non le permette di starsene con le mani in mano. Deve agire subito, apre violentemente la porta decisa a liberare la Rousseau ma, per poco non prende in pieno volto Ben*
<Bea che ti è preso, sei impazzita? Volevi rompermi la testa? Come sei messa con i turni?>
*Da una rapida occhiata dentro la stanza*
<Sembra che qui dentro ci sia stata una rissa!> *Dice guardandola con estrema diffidenza*
-Si Ben i turni sono finiti- *Cerca nervosamente di tagliare corto* -Hai bisogno di altro?-

<In effetti ho un'altro incarico per te> *Sembra titubante, probabilmente non sa se può ancora fidarsi*
<Ho bisogno che tu vada a controllare quegli incapaci che si stanno occupando della costruzione del ponte, sarebbero già dovuti tornare e io ho altro da fare>
*Questo non è il momento migliore per pianificare una fuga, ci sarà tempo, adesso è meglio seguire i suoi ordini* -Va bene, vado subito-
avatar
Bea Klugh

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 01.10.11
Età : 56
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: BEA [flashback]

Messaggio  Bea Klugh il Mar Mag 08, 2012 8:14 pm

*Eccoli li, aveva ragione Ben, gli uomini che aveva mandato per la costruzione del ponte se ne stavano tranquillamente seduti all'ombra di alcuni alberi tracannando lattine di birra Dharma*
-Buongiorno ragazzi, vedo che i lavori vanno un pò a rilento-
*Si avvicina mentre gli uomini si alzano in piedi e attendono con fare strafottente l'inevitabile ramanzina*
-Vi sembra il momento di mettervi a bivaccare? Non avete ancora combinato un bel niente, dobbiamo chiamare Calatrava per costruire uno stramaledetto ponte di legno??-

*Il tono duro non è dovuto al comportamento dei suoi compagni ma per lo più alle urla della Rousseau che riecheggiano ancora nella sua mente*

<Bea, calmati>
*Le lancia una lattina di birra*
<Lo scheletro del ponte lo abbiamo quasi terminato, vedi?>
*Le indica un ammasso di corde e legno arrotolato a terra*
<Il fatto è che nessuno dei ragazzi ha le capacità e la voglia di passare dall'altra parte del burrone, sarebbe meglio mandare qualcuno via mare, non credi?>

*Mentre pensa alle parole del "capo cantiere" si avvicina al bordo della profonda gola, guarda in giù e cerca di fare un rapido calcolo di quanti metri la separano dal fondo, apre la lattina di birra e la finisce in pochi sorsi, ha deciso il da farsi*
-Passatemi la corda più lunga che avete-
*Inizia a misurare a braccia la corda, una volta finito lega saldamente un capo ad un albero mentre l'altro se lo assicura al suo corpo creando una specie di imbragatura. Inizia la sua discesa, la parete è praticamente verticale e la roccia è altamente friabile, una goccia di sudore le scende giù per a schiena ad ogni passo. E' più o meno a metà percorso quando mette un piede in fallo ed inizia a scivolare lungo la parete, la roccia appuntita le sta lacerando la pelle ma il pensiero di sfracellarsi a terra tra pochi secondi non le fa sentire dolore. La sua caduta libera termina a pochi centimetri dal suolo, Bea ha gli occhi chiusi, si rende conto di essere ancora viva quando inizia a sentire il dolore causato dalla corda di sicurezza*

*Apre gli occhi, si ritrova a penzoloni a testa in giù, cerca di raddrizzarsi*
-Sapevo di avere occhio per le misure ma cosi mi sembra veramente esagerato!-
*Guarda verso l'alto e nota che nella corda si è formato un vistoso nodo, simile ad un cappio, che si è mangiato almeno 4 o 5 metri di corda. Qualcuno potrebbe definirlo destino, fato, Dio, fortuna... ma l'unica esclamazione che Bea riesce a fare in quel momento è...*
-Che culo!!!!-



*Riprende fiato e comincia la sua risalita, ci vuole più tempo di quello previsto ma vè stato compensato dalla rapida discesa. Ormai in cima i suoi compagni la ricompensano con applausi e fischi*
-Visto? Più facile di quanto sembrasse, adesso forza legate la corda al ponte e iniziate a srotolarlo lentamente io lo tirerò da questa parte-
*Si aiuta facendo girare la corda intorno ad un albero e tirando con tutte le sue forze, verso la fine, quando il ponte è praticamente tutto sospeso il peso è insopportabile ma per fortuna riesce a bloccarlo in modo la permettere ad almeno un uomo di passare dalla sua parte per metterlo in sicurezza*
-Almeno questo problema è risolto-
*Si accascia a terra esausta e si addormenta*
avatar
Bea Klugh

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 01.10.11
Età : 56
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: BEA [flashback]

Messaggio  Bea Klugh il Mer Mag 09, 2012 8:53 pm

*Ormai il ponte è terminato, ha detto ai suoi uomini di tornare all'Idra e che lei li avrebbe raggiunti dopo una breve ispezione nei dintorni.
Non era vero. Aveva bisogno di starsene ancora per qualche minuto sola, distesa a pochi metri da quella gola che aveva devastato la sua isola. Forse aveva bisogno di riposarsi, forse aveva bisogno di pensare o forse aveva solo bisogno di schiarirsi le idee in completa solitudine*

<Avete fatto un ottimo lavoro con quel ponte>
*La voce proveniente dal limite della giungla le è piacevolmente famigliare, non si gira ma continua a fissare il burrone*
-Ci stavi controllando?-
*Le si ferma accanto rimanendo in piedi, Bea può vedere soltanto le sue ginocchia*
<Locke ha ritenuto opportuno tenervi d'occhio senza che voi lo sapeste>
-E cosa ti ha spinto ad uscire dalla giungla?-
<Volevo solo dirti che sono felice che tu sia ancora viva>

*Non pensava che a qualcuno importasse della sua vita*
- Grazie- *Le scappa un sorriso, alza lo sguardo per guardare il suo interlocutore*
-Anch'io sono contenta di rivederti tutto intero!-
<Frank mi ha detto che l'hai aiutato qualche giorno fa nella giungla, so cosa vuoi fare e so anche che lui si è offerto di aiutarti>
*Si alza in piedi e lo fissa dritto negli occhi*
-Ho apprezzato l'offerta di Lapidus ma non credo che possa essere in grado di aiutarmi-
<Bea, sei più cocciuta di un mulo. Ti ho visto prima, hai quasi rischiato l'osso del collo. Smettila di voler fare tutto da sola e di non fidarti di nessuno. Al mondo esistono ancora persone buone, basta saperle riconoscere, Frank è sicuramente tra queste>
*Le appoggia una mano sulla spalla, quel gesto cosi spontaneo e sincero la scombussola dalla testa ai piedi e le fa ricordare, dopo tanto tempo, che è ancora una donna*
<Anche di me non ti fidavi all'inizio eppure ti ho dato prova del contrario>

*Si discosta dall'uomo e inizia a pensare alle sue parole*
-Hai ragione, dì a Lapidus di farsi trovare tra due giorni qui al ponte alle 5 in punto e... grazie!-
<Sarà fatto, ma ricorda questa conversazione non è mai avvenuta e stai attenta a quello che combini>
*Le allunga la mano*
-Certo, come sempre...- *Sa di non essere credibile, gli stinge energicamente la mano*
-... anche tu guardati le spalle, non siamo di fronte alla solita faida, Ben non è in sè, sento che potrebbe succedere qualcosa di terribile°-

<Addio Bea>
*Guarda l'uomo sparire all'interno della giungla*
-Addio Eko-

(°Tratto da 8x00 John Locke)
avatar
Bea Klugh

Messaggi : 67
Data d'iscrizione : 01.10.11
Età : 56
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: BEA [flashback]

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum