Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Andare in basso

Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Messaggio  Destiny il Ven Mag 18, 2012 7:43 pm

Spoiler:
Curiosity killed the cat.
avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Messaggio  Jin Kwon il Lun Mag 21, 2012 6:37 pm

un'altra mattina passata a seguire il processo di Richard. la cosa sta iniziando veramente a stancarmi, della sua sorte non mi interessa poi molto, ciò che conta per me e Sun e poter tornare sull'isola. Mi trovo seduto sulle scale del tribunale, la gente intorno a me va e viene,e io mi fermo a riflettere sul da farsi, ma La domanda che mi martella in testa è sempre e solo una:"riusciremo a tornare sull'isola?" sono perso nei miei pensieri quando una giovane donna si avvicina a me, ci impiego un'attimo a metterla a fuoco, ma poi la riconosco: è Naomi.


Ultima modifica di Jin Kwon il Mar Mag 22, 2012 10:18 pm, modificato 1 volta
avatar
Jin Kwon

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 10.12.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Tribunale di Miami

Messaggio  Naomi Dorrit il Lun Mag 21, 2012 6:43 pm

Scese dall’auto, si guardò intorno e si diresse verso l’entrata del tribunale. Decise di attendere lì il suo uomo. Questa missione era diversa dalle altre, dietro non c’era Widmore, anche se, almeno indirettamente, in qualche modo era comunque coinvolto. La strana donna del suo sogno le aveva detto di evitare che la barca su cui Desmond e Penelope si stavano apprestando a salire non doveva assolutamente raggiungere l’Isola. Era sempre stata una persona razionale. Ma gli ultimi eventi che l’avevano vista coinvolta, primo fra tutti il ritorno dal regno dei morti, le avevano dato ragione di credere che nella vita bisogna seppur credere in qualcos’altro. Lei decise di credere nel suo sogno e alla strana donna. Il suo biglietto da visita per portare a termine la sua missione era Jin. Doveva servirsi di lui e di Sun, del loro desiderio di riavere la loro bambina. Non le sarebbe servito altro. Quando il coreano uscì dall’enorme portone del tribunale, lo avvicinò.

-Ciao Jin. Sono qui per aiutarti ma non abbiamo molto tempo. Non fare quella faccia sorpresa, una volta tu i tuoi amici mi salvaste la vita. È solo arrivato il momento di ricambiare. Ricordo che tu e tua moglie desideravate tornare sull’Isola. So come fare…




Questa parte è stata svolta da Destiny
avatar
Naomi Dorrit

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 42
Località : Manchester, Regno Unito

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Miami - Molo - Caronte

Messaggio  Penelope Widmore il Lun Mag 21, 2012 7:16 pm

Dall’aeroporto di Miami avevano preso un taxi che li aveva portati direttamente al molo dove avrebbero trovato la barca che Charles aveva lasciato loro, la Caronte. La loro barca si chiamava come il traghettatore dell’Ade. In un certo senso come i morti che venivano trasportati da una riva all’altra dell’Acheronte, anche loro si apprestavano a fare un viaggio di sola andata. Tutto quello che avrebbero voluto della loro vita l’avevano messa in un trolley da viaggio.
Al molo ormai calava il tramonto. Tutto era silenzioso e immobile tanto da sembrare un dipinto. Sarebbe stato l’ideale per uno di quei romantici viaggi in barca che ti rimangono impressi nel ricordo per sempre. E di sicuro quel viaggio non l’avrebbero mai dimenticato. Ma non c’era di certo posto per il romanticismo. Il tramonto avrebbe significato solo avvicinarsi delle tenebre della notte, il silenzio solo un motivo in più per sentire il rumore dei loro pensieri. Niente c’era di romantico in tutto quello che si stavano apprestando a vivere. Ma erano lì, pronti a lasciare ogni cosa nella speranza che quel viaggio li avrebbe riportato il loro Charlie.

avatar
Penelope Widmore

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 44
Località : Londra

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

tribunale

Messaggio  Jin Kwon il Lun Mag 21, 2012 7:20 pm

nel vedere Naomi rimango per un attimo senza parole, non c'è dubbio che sia qui per me. non ho nemmeno il tempo di chiedergli cosa sta succedendo che subito esordisce dicendomi che devo andare con lei. Rimango perlesso e gli chiedo perchè dovrei seguirla e lei mi spiega che in sogno gli è stato detto che deve fermare Desmond e Penelope prima che partano. Non mi fido di lei, ma fermare Desmond prima che parta è anche nel mio interesse, devo attendere il ritorno di Sun. Con qualche perplessità accetto di andare con lei.
avatar
Jin Kwon

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 10.12.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Messaggio  Des Hume il Lun Mag 21, 2012 7:55 pm

*Un nome. Un nome è un etichetta. Un etichetta a qualcosa, qualcuno, un oggetto. Una definizione di una sola parola. Quindi, quando leggiamo, sentiamo quel nome, quella parola, quell'etichetta, pensiamo già di sapere cosa ci aspetta. Una barca, di nome Caronte, non prometteva niente di buono. Traghettatore infernale. Intravedeva dal retro del taxi la nave, abbandonata al moto di rollio. Si era chiesto, per tutto il viaggio, se quell'etichetta fosse veritiera o meno se, quello, era un viaggio attraverso l'Inferno destinazione Paradiso oppure un viaggio di sola andata, con pernottamento gratuito per i prossimi anni. Tutti muoiono. Tutti mentono. Era la sua speranza. Si era aggrappato ad una bugia. Una bugia, spinta a provocare, che quel nome fosse solo un richiamo, un tentativo di mettere paura. Traeva speranza da una bugia. La speranza rende l'uomo solo più infelice, motivo per cui tutti, inevitabilmente, mentono. Anche il tassista, a modo suo, mentiva. Dovevano essere al molo in 30 minuti, ne erano già passati 42 senza neanche tanto traffico. Anche Charles, ma quello si sapeva, a suo modo mentiva. Dovevano essere soli alla barca. Oramai la intravedevano. Come intravedevano due figure ad aspettarli. Una, mulatta inconfondibile. L'altra ombra, dagli occhi a mandorla, da tempo oramai non lo vedeva. Il taxi si fermò. Desmond lasciò i soldi al tassista, si voltò verso Penelope. Scese, tenendo gli occhi su di lei. Fissò i due, sguardo accrucciato, spalle oblique, bracca leggermente in avanti, bocca leggermente aperta. Sorpresa. Cosa ci facevano li?*
avatar
Des Hume

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 13.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Messaggio  Naomi Dorrit il Lun Mag 21, 2012 8:04 pm

Giunti al molo cercarono la Caronte. Desmond e Penny non erano ancora arrivati…ma non tardarono.
-Jin..forse è meglio se spieghi tu la nostra presenza. In fondo avete qualcosa che vi accomuna e io sono qui solo per aiutarvi.
Mentiva! Ma non importava, il fine, dopotutto, giustifica i mezzi…almeno così dicono.




Questa parte è stata svolta da Destny.
avatar
Naomi Dorrit

Messaggi : 49
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 42
Località : Manchester, Regno Unito

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Messaggio  Des Hume il Lun Mag 21, 2012 8:51 pm

{ Desmond, Penelope, Jin }

*Afferrò e strinse la mano di Desmond come volergli dire che sarebbero dovuti stare uniti qualsiasi cosa rappresentasse la presenza dei due al molo.*
Jin… Naomi… cosa ci fate voi qui? *Poi rivolta verso Desmond* Li ha mandati mio padre!*


*Accolse il suo sguardo, annuì. Rivolse il suo sguardo verso i due, interrogandoli nuovamente, a occhiate, senza parlare.*

*dopo un viaggio silenzioso in macchina io e Naomi siamo arrivati al molo. dopo qualche minuto di attesa finalmente arrivano penny e desmond. sono contento di rivederli. Penny ci chiede come mai siamo qui, e gli rispondo:*
-sono venuto per la barca, voglio partire con voi portando anche sun...-


- Co-co..con noi? Come fate a sapere della barca... Ah no.. non ditemelo! *con una risata sarcastica*. Non è possibile! Questo viaggio comprende solo me e Desmond, nessun altro! -

penny non mi sembra molto convinta del fatto di portarci con loro, ma io non posso assolutamente perdere questa occasione:
-"vi prego, io e Sun dobbiamo assolutamente tornare sull'isola, non vi daremo problemi, ma portateci con voi!"-


*Cercò di calmare Penelope, abbracciandola. Dopotutto, la barca era li, loro erano li. compagnia in viaggio non sarebbe stata poi così male. La strinse a se, le diede un bacio sulla nuca. Si rivolse a Jin:*
-Jin, credo di sapere cosa vuol dire amare una donna con tutto il proprio cuore. Devi capire che questa è un offerta che ci è stata fatta, un dono del destino. Ma di tempo non ne abbiamo molto. Dov'è tua moglie adesso?-


*Desmond sembra essere riuscito a convincere Penny a lasciarci andare con loro, ma vuole sapere dove è Sun adesso, io al momento non so dove si trovi esattamente e gli rispondo:*
-non è molto lontano da qui, sono sicuro che già domani potrebbe essere qui
-

*Fissò Jin negli occhi.* -Domani, Jin, potrebbe essere già troppo tardi per noi. -

Desmond non è intenzionato ad aspettare l'arrivo di Sun, e io non so cosa fare per convincerlo a cambiare idea: - ti prego Desmond, te lo sto chiedendo come amico, non abbandonare me e mia moglie...abbiamo bisogno di voi -

- Anche tu se fossi in noi faresti lo stesso. Noi dobbiamo pensare a noi e a nostro figlio.. sì come tu devi pensare a te e a tua figlia. Sono certa che Sun capirà. -

Penny non sembra voler cedere, io sono ormai alla disperazione:
-"vi capisco. lo so quanto è difficile, ma non potete abbandonarci!"-


*Guarda Desmond negli occhi. Ad un tratto comprendono insieme che per andare oltre c'è un unica cosa da fare...*
-Desmond...-
*Poi non dice altro...lascia che egli intenda il silenzio che segue il suo nome*


*Assenso di Penelope. In uno sguardo si erano detti più di mille parole.*
- Jin. Hai ragione. Per primi, io e lei, abbiamo vagato il mondo, alla ricerca l'uno dell'altra. Affrontando sparatorie, traumi, malattie. Uniti, anche se a distanza. Capiamo per primi cosa vuol dire cosa stai passando. Non possiamo dirti di no.-
*Sorrise. Socchiudendo gli occhi, come era suo solito. Si grattò il naso.*
- Partiremo domani, alle prime luci dell'alba. Assieme a Sun se è qua. Mentre io e Penelope prepariamo la nave, è meglio che tu ti occupi assieme a Naomi di rintracciarla. Ah, e già che ci siete, procuratevi un pò di provviste! Mi pare di aver visto un supermercato lungo la strada, a meno di 5 minuti da qua. Tre bocche in più da sfamare non sono cosa da poco...-
*Sorrise nuovamente. Tese la mano al koreano in segno di pace, a siglare l'accordo.*


Ultima modifica di Des Hume il Ven Mag 25, 2012 12:51 pm, modificato 7 volte
avatar
Des Hume

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 13.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Molo

Messaggio  Jin Kwon il Lun Mag 21, 2012 9:20 pm

Finalmente sono riuscito a convincere Desmond a portarci con loro, dopo averlo ringraziato mi dice di tornare all'alba con le provviste e Sun. Dopo essermi congedato da loro torno con Naomi alla macchina. Prima di salire mi dice che sarà lei a occuparsi di Sun, io non sono daccordo sulla cosa ma lei insiste e alla fine cedo. entriamo in un supermarket e compriamo le provviste per il viaggio, compriamo solo scatolette e altre cose che non vadano a male se non conservate in frigo. Una volta usciti dal supermarket, io e Naomi ci dirigiamo in un motel e prendiamo una stanza. Una volta sistemati, lei mi dice che sarebbe andata a prendere a Sun e che io avrei dovuto aspettare li senza andarmene in giro. una volta detto questo si avvia verso la macchina e parte per raggiungere Sun. Ormai erano circa le sette di sera e dopo esserti fatto portare in stanza un panino, tentai di dormire ma uno strano senso di inquietudine non mi lasciava addormentare e cosi rimasi sveglio ad aspettare il ritorno di Sun.
avatar
Jin Kwon

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 10.12.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Messaggio  Des Hume il Lun Mag 21, 2012 9:26 pm

*La ragazza mulata e il coreano abbandonarono il molo mentre Desmond e Penny salirono sulla barca. Una volta a bordo, a sottovoce...* Des dobbiamo andarcene...non possiamo permettere che ntralcino il nostro piano...non possiamo... non possiamo permetterlo.

*Desmond la guardò. Era Così bella.*
- Tutti mentono... -


So che questo non ci rende di certo delle persone degne di rispetto... ma ora non è tempo per certe cose.. è finito il tempo per il rispetto, per l'altruismo, la carità...ci siamo solo noi amore mio.. solo noi e il nostro futuro insieme.

*Non rispose. La baciò, stringendola a se.* - Porto i bagagli giù, tu prepara la nave. C'è cibo a sufficienza, tanto. Me ne sono occupato prima della partenza. Devo solo fare una cosa...-

-Cosa?-

- Dobbiamo scusarci, voglio che capisca. Voglio che sappia cosa si prova a cercare qualcuno a cui tieni. Per farlo andare avanti. - *La accarezzò. Prese i bagagli, scese in stiva.*
avatar
Des Hume

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 13.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Messaggio  Des Hume il Ven Mag 25, 2012 12:19 pm

*Controllò per sicurezza che fossero presenti provviste. Non era certo suo scopo verificare che fossero sufficienti. Un viaggio di sola andata attraverso l'inferno, quanto può durare? Giorni? Ore? Settimane? Si sentiva un pò come Colombo, in partenza alla ricerca dell'Oriente: partito con un'illusione, una speranza, un errore di calcolo ed ecco che la storia di un intero continente, del mondo, mutava, si destava, prendeva una direzione ben più gloriosa di quella prevista. Era un viaggio nel vuoto, con obbiettivi fondati su false speranze. Sentì Penelope muoversi. Si guardò in giro. Prese una statuetta di un alfiere, il bishop negli scacchi: sembrava, era, sufficientemente pesante e visibile. Foglio, penna, scrisse ciò che sentiva:*

"We are so sorry. I'm so sorry, brotha. We need to go: there is no more time for us to save Charlie. There is a time to fishing and a time to try their nets. You know. You need to look at the ocean, and an answer will come. I'm sure i will see my son being born and your own Sun rise. You need to believe in it. Not hope in it. Hope makes people more sad. Hi brotha,
Desmond"


*Lo piegò, salì in coperta. Fece un cenno con la testa a Penelope. Scese per liberare le cime. Si diresse a quella di poppa. La slegò. Posizionò il biglietto, il bishop a tenerlo fermo. Negli scacchi, non bisogna confondere una mossa vincente da una strategia vincente. Anche se la scacchiera è ferma da lungo tempo e le mosse richiedono anni. In questo gioco, l'abilità più importante è la pazienza. L'arte degli scacchi è capire quando un pezzo è più importante di altri e, proprio in quel momento, bisogna essere disposti a sacrificarlo. Perchè nel vuoto creato dalla perdita di ciò che è più prezioso, le opportunità abbondano, l'influenza è massimizzata, e il desiderio diventa... destino. In quel momento, l'alfiere, il bishop, doveva essere sacrificato. Jin era il bishop. Liberò l'ultima cima, saltò sulla barca, Penelope era al timone, si avvicinò a lei. L'abbraccio. Lei lo guardò come per convincersi che avessero fatto la scelta giusta, mentendo a Jin, per salvare il destino di un figlio oramai dato per morto. Desmond prese il timone, la baciò sulla fronte.*

- Le bugie sono come i bambini: impegnative, ma ne vale la pena. Il futuro è loro -

________________________________________________________________________________________________
Citazioni generiche tratte da Dr. House, da Fringe per la parte sugli schacchi
avatar
Des Hume

Messaggi : 51
Data d'iscrizione : 13.11.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Messaggio  Penelope Widmore il Sab Mag 26, 2012 4:07 pm

A differenza di Des non sentiva il bisogno di dare alcuna giustificazione. Se avesse ceduto e poi qualcosa fosse andata storta allora sì che si sarebbe sentita in colpa nei confronti del suo Charlie. Ma a Sun e Jin non doveva niente. In cuor suo sapeva che a parti invertite avrebbe desiderato fortemente essere aiutata ma sapeva anche che non li avrebbe mai biasimati se avessero messo davanti ad ogni cosa le loro esigenze e soprattutto se avessero messo davanti ad ogni cosa la propria figlia. D'altronde è ciò che fa un buon genitore. E quella decisione, sebbene non ne andasse fiera, sebbene non la rendesse una bella persona, la rendeva comunque un buon genitore. Ciò contava di più di ogni altra cosa.
avatar
Penelope Widmore

Messaggi : 58
Data d'iscrizione : 29.09.11
Età : 44
Località : Londra

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Molo di Miami

Messaggio  Destiny il Sab Mag 26, 2012 4:42 pm

Naomi Dorrit

*Quando tornarono al molo, della barca, di Penny e di Desmond non vi era più alcuna traccia. Erano stati ingannati. La sua missione sembrava ormai fallita, quando ...
Driiiin Driiin
-Pronto! Sei tu!
*Si allontanò da Jin e parlò al telefono per alcuni minuti. Quando chiuse la comunicazione si riavvicinò al coreano.*
- Jin, forse non è tutto perduto.
avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 2 "Miami" [Desmond, Jin, Naomi, Penny]

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum