Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Andare in basso

Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Destiny il Ven Mag 18, 2012 7:45 pm

Spoiler:
Curiosity killed the cat.
avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Jack Shephard il Mer Mag 23, 2012 2:58 pm

*Un patto va onorato,sempre.Chi tradisce un patto,tradirà sempre.Quando sottoscrivi un patto diventi metà dell'altro.Un patto non ha polvere sulle parole.*



*E cosi' erano loro due ,legati a doppio filo verso un obiettivo.Uscirono a passi veloci da quella chiesa che tutto gli aveva mostrato,dal pianto al dolore,dalla gioia alla speranza,e che ora malinconicamente sembrava chiudere i battenti.Il palcoscenico sarebbe cambiato,niente più altari e crocifissi,ma sarcofaghi e geroglifici.Il sole era alto e i due ci misero un pò per far abituare gli occhi alla luce.Poi Jack si rivolse alla sua nuova e valida compagna.*

"Dobbiamo iniziare da qui a cercare,soprattutto Charlie e Claire,che non so dove siano finiti.Probabile che quel bastardo di Sayid li abbia portati con sè,quindi se troviamo lui,troveremo anche loro".
avatar
Jack Shephard
Admin

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 26.09.11
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo http://lostreloaded.italiaforum.net

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Ana Lucia Cortez il Mer Mag 23, 2012 3:16 pm

In teoria sembrava tutto facile: l'impegno preso con Jack, poi il viaggio in Egitto e tutti i dubbi avrebbero trovato una spiegazione. Sì, ma come? Per magia? In fondo era stato tutto così aleatorio. La sua decisione si era basata su cosa? Su una debole intuizione derivante da un sogno in cui aveva parlato con una defunta e insieme avevano letto due strane parole sulle loro tombe? Solo a pensarci sembrava assurdo. Il ragionamento di un folle avrebbe avuto più senso.
Eppure qualcosa di impercettibile la spronava a proseguire e a credere che quella strada li avrebbe condotti verso una soluzione. La strada per l'Egitto, per Giza.

Mentre Jack si affannava a cercare un mezzo per lasciare la Chiesa e mettersi sulle tracce di Sayid, Ana aveva bisogno di saperne di più, aveva bisogno di un briciolo di razionalità in tutte quelle coincidenze (s)connesse.

When the day is done
Down to earth then sinks the sun
Along with everything that was lost and won
When the day is done.




-Jack, cosa facciamo? Dove credi che possa essere Sayid?-
avatar
Ana Lucia Cortez

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 30

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Jack Shephard il Mer Mag 23, 2012 3:42 pm

*La loro missione richiedeva massima urgenza,ma c'era una cosa prima che aveva massima priorità,ed oltretutto poteva essere un ottimo punto di partenza per raccogliere informazioni su Sayid,Claire e Charlie.*

"La prima cosa da fare ora è andare dalla madre di Claire e vedere se Aaron sta bene.Inoltre potremmo chiederle informazioni nel caso fossero passati di li,sul dove possano essere diretti"

*Senza aspettare la risposta di Ana Lucia Jack fece un cenno con la mano ad un taxi che si fermò davanti a loro.*



*Salirono velocemente ed indicarono al tassista la via da seguire.Non era mai stato cosi' convinto di ciò che stava facendo.Se glie lo avessero detto anni fa che un sogno,anche se cosi' reale,avesse scatenato in lui tutta quella determinazione per raggiungere un obiettivo cosi' aleatorio e astratto sarebbe scoppiato in una fragorosa risata.Ma non era più il Jack cieco e testardo che crede solo nella scienza.Credeva in quel sogno più di ogni ricerca scientifica.*

Il mondo visibile non è più una realtà e il mondo invisibile non è più un sogno.

*D'un tratto la sua attenzione cadde su un uomo che camminava a passi lenti,sommesso,quasi sconsolato...il taxi fece pochi metri prima che Jack fosse sicuro dell'identità di quell'uomo*

"Si fermi!ci faccia scendere qui!"

*Prese dal portafogli un pezzo da 20$,una cifra sproporzionata rispetto ai pochi Km effettuati.*

"Tenga il resto"

*Scesero dall'auto e Jack tornò a fissare l'uomo*

"Sayid!"



*La rabbia prese il sopravvento,si avventò di corsa verso l'iracheno che invece rimaneva fermo,quasi fosse giusto per lui ciò che stava per accadere.Lo scaraventò a terra e cominciò a colpirlo con una ferocia inaudita.Un pugno.Due.Tre.*

"Dove sono Claire e Charlie?!!dov'è Aaron!!bastardo"

*Continuava a colpirlo,senza fermarsi.Solo l'intervento di Ana riusci' a salvare Sayid da quel massacro,mentre Jack continuava ad urlare*

"Dove sono!!"


Ultima modifica di Jack Shephard il Lun Mag 28, 2012 12:55 am, modificato 1 volta
avatar
Jack Shephard
Admin

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 26.09.11
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo http://lostreloaded.italiaforum.net

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Ana Lucia Cortez il Mer Mag 23, 2012 4:02 pm

La reazione di Jack, anche se prevedibile, era stata così repentina da spiazzare Ana.
Si precipitò verso i due uomini cercando di interrompere la colluttazione
-Jack, fermati! Ti ho detto di fermarti! Se lo uccidi non ti dirà un bel niente!-

Calmati i bollenti spiriti, Jack si ricompose e Sayid si rimise in piedi.
-Nel caso in cui vi prendiate di nuovo a cazzotti, vi avverto che non ho alcuna intenzione di accompagnare nessuno dei due in ospedale!- guardò di traverso Jack invitandolo a placarsi -Ora, cerchiamo di usare termini più civili.-

L'iracheno provò a dare qualche vaga giustificazione sul fatto di aver lasciato Aaron a Charlie e Claire ma la risposta parve non soddisfare molto Jack. Ana, allora, lo prese in disparte nel tentativo di indurre Jack ad aggirare l'ostacolo -Ascoltami, Doc, credo che se Sayid stesse dalla nostra parte sarebbe più incline ad aiutarci. Si potrebbe rivelare molto utile, fidati!-
avatar
Ana Lucia Cortez

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 30

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Jack Shephard il Mer Mag 23, 2012 4:19 pm

*Era ancora pervaso dalla sete di vendetta per quello che aveva dovuto subire in chiesa.Le parole di Ana però lo fecero ragionare.Se è vero ciò che aveva detto,si era pentito di ciò che aveva fatto.E poi non lo aveva mai visto cosi' giù,inerme,quasi disarmato della propria anima.Ed a pensarci bene,se Sayid non l'avesse sedato Jack non avrebbe fatto quel sogno in equilibrio sulla realtà,che aveva cosi' radicalmente cambiato molte cose.Forse anche quello era un segno del destino,e forse Ana aveva ragione,un uomo dalle enormi capacità come Sayid avrebbe fatto comodo.
Cosi' andò verso di lui,fissando prima Ana in segno che questa volta sarebbe stato cauto*

"Sayid,visto ciò che hai fatto dopo immagino che ti sarai pentito di quello che hai fatto.Non so cosa ti ha spinto a commettere simili gesti e non lo voglio sapere."

*Lo fissò dritto negli occhi*

"Ma io ora posso darti una speranza.Un qualcosa che darà un senso a tutta la tua vita.Unisciti a me,siamo diretti con Ana alla piramide di Cheope.Ti assicuro che non te ne pentirai"
avatar
Jack Shephard
Admin

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 26.09.11
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo http://lostreloaded.italiaforum.net

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Sayid Jarrah il Mer Mag 23, 2012 4:30 pm

Cheope? Al suono di quel nome, Sayid si ricordò del suo strano sogno in cui tre regine egizie gli fecero visita in un futuro parallelo. E allora cominciò a collegare le cose, a vederci più chiaro. Imbattersi "per caso" nei pugni di Jack non poteva essere casuale, e allora si dimenticò delle ferite, il dolore fisico era un qualcosa che ormai non gli riguardava più e aprì le orecchie e se stesso a questa nuova porta che si stava per aprire.

Cheope era stato un grande sovrano dell'antico Egitto, e ora Jack stava riferendosi a lui non si sa per quale motivo. Così, si alzò in piedi guardò entrambi negli occhi e disse: "Jack, so che ancora mi odi e so che non posso farti cambiare idea su questo, ma sappi che in cuor mio non c'è nulla contro di te. Ana, il destino ci ha fatto incontrare dopo tanto tempo. Prima ero io a volerti uccidere, probabilmente adesso lo vuoi tu. Ovunque stiate andando, per farmi perdonare da voi e da qualcun altro, sarò felice di seguirvi e darvi una mano." Poi fece un inchino arabo, un sorriso e aggiunse: "Jack, mi sa tanto che dovrò prestarti qualche mio abito"
avatar
Sayid Jarrah

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Ana Lucia Cortez il Mer Mag 23, 2012 5:05 pm

Le parole di Sayid furono persino troppo smielate per i suoi gusti, preferiva limitarsi ad un coinvolgimento pratico lasciando i sentimentalismi per occasioni più meritevoli.

-Bene signori, direi di occuparci della missione a questo punto. Abbiamo parecchie cose da mettere a punto!
Tirò fuori il suo palmare e aprì alcuni link che aveva precedentemente cercato durante il tragitto in taxi.

-Piccolo ripasso di egittologia!
Ho trovato alcuni siti in cui emerge chiaramente che la Piramide di Cheope rientra tra le sette meraviglie del mondo non solo per la sua storia e la sua architettura ma anche per il mistero che aleggia su di essa...La struttura è estremamente complessa e articolata ma, da quanto mi hai raccontato Jack, credo proprio che quello che ci interessa sia la Camera del Re. Leggete qui:


Inoltre, c'è scritto che per entrare nella Camera del Re è necessario attraversare una serie di corridoi e percorsi impervi. Aspettate, cerco una mappa in modo da farci un'idea ma vi anticipo che raggiugere il cuore della Piramide sarà una bella impresa!-

-Eccoci, ci siamo, guardate:


Come vi dicevo, il percorso è impraticabile per gente inesperta...Problema che non possiamo sottovalutare.

Jack provò a farsi un'idea più chiara della situazione ma era evidente che gli servisse qualcuno di adatto.

-Un attimo, sentite qua: pare che tra le teorie più accreditate ci sia quella secondo la quale esistono due stanze segrete situate ai lati della Camera del Re dove probabilmente furono nascosti il feretro e il corredo del faraone.
Pare anche che alcuni archoelogi francesi siano riusciti a mappare queste due camere.-

Fece partire un video (http://www.euronews.com/2011/02/02/architect-unveils-pyramid-s-secret-rooms/) e Jack sembrò improvvisamente illuminato dalla visione.


avatar
Ana Lucia Cortez

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 30

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Jack Shephard il Mer Mag 23, 2012 5:26 pm

*Ascoltava attentamente le informazione che Ana Lucia forniva sulla piramide,poi le sue attenzioni si spostarono sulle due stanze segrete poste ai lati della camera del Re.Le piramidi si sa,sono tra le strutture più misteriose mai esistite.Il mistero parte sia dalle modalità di costruzione,fino ad arrivare all'interno*

"Bisognerà trovare queste stanze,ma come?Sayid,tu ne sai qualcosa?"

*Fissò per un attimo l'iracheno,poi tornò a guardare il display,in attesa di una risposta,che però si fece attendere.Tornò a guardare Sayid che invece fissava un punto lontano,come se fosse perso,svuotato dentro*

"Sayid!"
avatar
Jack Shephard
Admin

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 26.09.11
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo http://lostreloaded.italiaforum.net

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Sayid Jarrah il Mer Mag 23, 2012 5:31 pm

Non possiamo fare come quel vostro personaggio di fantasia del cinema che tanto amate, quell'Indiana Jones. Questo non è un film (semmai è una serie televisiva, potrebbe aggiungere se non fossi io a scrivere). Entreremo chiedendo permesso. E se non dovessero farci entrare, lo chiederemo con queste.

L'iracheno estrasse una pistola dal retro dei pantaloni. L'aveva avuta lì dall'inizio. Se non fosse stato sincero, avrebbe potuta usarla per respingere Jack. Ma in cuor suo sapeva che due cazzotti gli stavano bene. Così guardò i volti di Jack e Ana. Jack era titubante, Ana Lucia invece prese la sua pistola.

E poi, per interrompere quel silenzio: "Allora, vogliamo sbrigarci?"
avatar
Sayid Jarrah

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Ana Lucia Cortez il Sab Mag 26, 2012 2:14 pm

Le idee cominciavano a prendere forma ma forse stavano ancora tralasciando qualcosa...

-Dovremo studiare un programma, forse conviene dividerci i compiti.
Guardò Jack in segno di approvazione e ripensò per un attimo al fantomatico foglietto con la lista che Linus le aveva consegnato molto tempo prima. Avrebbe dovuto escludere i nomi indicati su quel foglio, persone che sicuramente avrebbero avuto delle remore a collaborare con lei.
-Innanzittutto bisognerà organizzare il viaggio, nel modo più discreto possibile. In seconda battuta sarà necessario trovare una "compagnia fidata". Se non avete nulla in contrario, propongo di contattare Naomi: prima di tutto questo, lavorava sotto copertura quindi potrebbe essere un'ottima pedina.
Rivolgendosi a Jack -Cosa ne pensi?
avatar
Ana Lucia Cortez

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 30

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Jack Shephard il Sab Mag 26, 2012 2:33 pm

*Fissò Anà Lucia,poi abbassò lo sguardo.Non vedeva quella donna da molto tempo,non sapeva ancora se poteva fidarsi di lei completamente.Ma che importanza aveva in fondo?qui i ruoli cambiavano continuamente.Davanti a lui aveva un uomo che poche ore fa lo aveva legato e sedato,aveva torturato un amico e voleva far del male a suo nipote.Ed ora aveva di sua spontanea volontà consegnato loro una pistola ed era pronto a sposare la sua causa.Tornò con lo sguardo verso Ana*

"Va bene,contattala"

*Jack stava comunque facendo tutto quello che c'è nelle possibilità di un uomo.Poi serviva anche un aiuto dall'alto.*

Uno dei trabocchetti più pericolosi per uno scienziato è quello di non riuscire a distinguere tra le competenze dell'uomo e quelle di Dio

*E' una frase che suo padre aveva letto anni fa,era di un famoso scenziato,Walter Bishop,e che poi aveva fatto sua.La ripeteva come un mantra ogni volta che un intervento andava male.Cambiava solo la parola scienziato con chirurgo,ma il senso della frase rimaneva quello.Ecco cosa serviva a Jack,quei fattori che non sono di competenza dell'uomo,bensi' di Dio*
avatar
Jack Shephard
Admin

Messaggi : 79
Data d'iscrizione : 26.09.11
Località : Los Angeles

Visualizza il profilo http://lostreloaded.italiaforum.net

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Sayid Jarrah il Sab Mag 26, 2012 2:55 pm


Se il fare fosse facile come il sapere quel che è bene fare, pensava Sayid, le chiese sarebbero chiuse, e le catapecchie dei poveri sarebbero palazzi di principi.

Ormai l'iracheno era talmente assorbito dal ruolo di chi deve farsi perdonare, di chi deve riscattare una vita di dolore, che nient'altro gli veniva naturale. Aveva provato un gran dolore nel fare del male agli amici e quando dovette rapire Aaron. Ma in lui c'era più di quanto la gente sapesse o immaginasse.

Ma in quel momento, a pensarci, si sentì nauseato da tutte le esperienze che sono il prodotto della menzogna e della violenza. In quel momento ai suoi occhi il mondo non era altro che un inferno, dove ognuno è costretto a penare nel suo girone. E il suo era un girone triste.

Così, non gli rimase altro che aspettare e sottostare alle decisioni degli altri. Proprio come in guerra, tanti anni fa. E proprio come in guerra, adesso era tornato il momento di entrare in azione.








avatar
Sayid Jarrah

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 01.10.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Ana Lucia Cortez il Sab Mag 26, 2012 3:11 pm

Il triumvirato tra Ana, Jack e Sayid si era rivelato produttivo. Dopo poche ore, la missione in Egitto sembrava aver già acquisito consistenza.
Prima di congedarsi, i tre si spartirono i compiti circa l'organizzazione pratica, con l'intento di ottimizzare i tempi e la buona riuscita del loro piano.
Rimasero d'accordo che si sarebbero incontrati nei giorni seguenti per ragguagliarsi reciprocamente.

---

Quella stessa sera AnaLucia chiamò Naomi per accertarsi che si fosse ripresa dopo l'agguato all'hotel e per convincerla a prendere parte alla "spedizione".
Naomi apparve perplessa inizialmente; non era semplice spiegare a parole come gli indizi rinvenuti nei sogni di ciasuno di loro stessero pian piano componendo un mosaico dotato di senso.
Riuscì a persuarderla ma ci sarebbe voluto del tempo per convincerla pienamente.

Chiusa la telefonata, rimase sola con i suoi pensieri e con l'incertezza che si aggirava sospettosa attorno a lei, a Jack, all'Egitto, allo scopo che stavano perseguendo...Non c'erano garanzie ma, in fondo, non c'era nulla da perdere se non la possibilità di averci provato.

Be brave, dear one, be changed or be undone...
[i]
avatar
Ana Lucia Cortez

Messaggi : 112
Data d'iscrizione : 27.09.11
Età : 30

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 3 "Los Angeles #1" [Ana Lucia, Jack, Sayid]

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum