Gruppo 10 "LA GROTTA" [Charlotte]

Andare in basso

Gruppo 10 "LA GROTTA" [Charlotte]

Messaggio  Destiny il Mer Nov 23, 2011 1:19 pm

Spoiler:

Charlotte, dopo l'esplosione della bomba nel 2023, riappare sull'isola, ma nella camera della ruota, appena dopo che Madre ha attivato il meccanismo di spostamento. Dunque, la ragazza è intrappolata e con il livello dell'acqua che continua a salire, deve lottare per rimanere in vita.

avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

[All'interno della fonte]

Messaggio  Charlotte Staples Lewis il Lun Dic 05, 2011 9:35 pm





Fuoco

Luce calda, armoniosa, tenera la circondava dolcemente, mentre i suoi capelli infuocati fluttuavano leggermente, in balia di una misteriosa e sinuosa coreografia. Si sentiva in pace, avvolta in un suo intimo e speciale bozzolo dal quale non avrebbe mai desiderato fuggire, del quale non avrebbe mai potuto stancarsi. Mai e per sempre. D'altronde i morti non hanno scelta.
Socchiuse appena gli occhi, curiosa di scrutare quella che sarebbe stata la sua nuova casa, la sua ultima casa. Non appena fu in grado di intravedere qualcosa fu subito accecata: delicati quanto forti raggi dorati la cullavano, ferendo ed allo stesso tempo inebriando i suoi occhi persi nell'immensità di quell'aureo fuoco che la circondava. Era bellissimo. Mosse lentamente le mani e le sentì scorrere morbidamente, immerse nel primordiale fluido della sua rinascita.
Non avrebbe mai potuto immaginare che la morte sarebbe stata così... bella, improvvisa, sorprendente. Un minuto prima si trovava circondata dai ghiacci e dalla neve, in un futuro senza più speranza e ad un tratto era lì, senza più sofferenza, senza più noie, senza più urla, morta eppure così immersa nella vita.
Fu solo dopo qualche minuto che iniziò a rendersi conto che, effettivamente, qualcosa di non proprio così idilliaco c'era: se era morta, perché diavolo sentiva un così tremendo bisogno di respirare?
avatar
Charlotte Staples Lewis

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 28.09.11
Età : 47
Località : Essex, England

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

[All'interno della fonte]

Messaggio  Charlotte Staples Lewis il Lun Dic 05, 2011 9:55 pm



Acqua

Il ritorno alla realtà fu brusco e spietato. "Aaaaaaaaaaaaah!" fu l'unico suono che riuscì ad emettere non appena riuscì ad emergere dalla sua "culla", mentre i suoi polmoni si riaprivano violentemente, succhiando avidi l'ossigeno a cui, senza rendersene minimamente conto, aveva rinunciato negli ultimi minuti. Riaprì gli occhi di scatto, tossendo acqua per più tempo di quanto servisse. Si guardò intorno, cercando di comprendere cosa fosse accaduto, del perché e soprattutto..." Dove diavolo sono????" gridò disperata.
Acqua ovunque, acqua calda, acqua fredda, dorata, crudele ed implacabile. Non riusciva a scorgere altro. E stava aumentando. Lentamente, impercettibilmente, ma stava aumentando. Nuotò impaurita verso l'unico appiglio che riuscisse a distinguere in quel mare infinito, quello che sembrava essere un minuscolo sperone di roccia ed arrivata lì, aggrappandosi forte, si concentrò quanto più le fosse possibile per capire come, dato che la morte sembrava averla risparmiata una volta, evitare che ci riuscisse al secondo tentativo.
avatar
Charlotte Staples Lewis

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 28.09.11
Età : 47
Località : Essex, England

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

[All'interno della fonte]

Messaggio  Charlotte Staples Lewis il Lun Dic 05, 2011 10:32 pm




Terra

Era in una dannata grotta. Una maledetta oscura e allo stesso tempo fantascientificamente dorata grotta. Il che significava non solo che poco prima si era decisamente sbagliata pensando di essere circondata semplicemente da acqua, ma anche che quest'acqua era compressa da solida pietra che la stringeva e la soffocava. C'era inoltre un terzo significato: molto presto non ci sarebbe stato più spazio per lei. Succhiò avidamente più aria di quanta i suoi polmoni potessero contenerne prima di rituffarsi nella marea, alla disperata ricerca di una via di uscita, di una magica inaspettata salvezza, di una speranza tentava di non lasciarsi sfuggire. Nuotò più a fondo possibile, tentando di distinguere, qualcosa, qualsiasi cosa che avrebbe potuto aiutarla. Da lontano scorse un'ombra, costeggiò la parete più vicina e avvicinandosi distinse una sorta di meccanismo. Doveva essere molto antico, somigliava ad una ruota, con sopra incisi dei simboli. Nel suo cervello scattò qualcosa, le sembravano familiari. Vi si aggrappò, cercando di vedere meglio, ma quando il suo piede sinistro andò a posarsi a terra, sentì qualcosa di strano: non era terra quella su cui si stava posando. Si bloccò ed abbassando lentamente lo sguardo trovò appena sotto di lei la realizzazione di tutti i suoi incubi. Un cadavere.
avatar
Charlotte Staples Lewis

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 28.09.11
Età : 47
Località : Essex, England

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

[All'interno della fonte]

Messaggio  Charlotte Staples Lewis il Lun Dic 05, 2011 10:55 pm

Aria

Lo spavento fu tale da farla riemergere. Non era sola, non era l'unica. C'era, anzi, c'era stato qualcuno con lei e nonostante il viso di quel corpo, di quella donna, le avesse ricordato qualcosa, c'era solo un punto che le era ben chiaro: era morta. Come lei era nella grotta e come lei era sola. Ed era morta. Tornò ad aggrapparsi a quel piccolo sperone di roccia, lo abbracciò quasi alla ricerca di un calore che non avrebbe trovato, lasciandosi quasi cullare dall'acqua che molto presto l'avrebbe sommersa. Rimase lì ad osservarla crescere, mutare, evolvere e fu solo dopo un po', quando oramai tutto era perduto, che fece l'unica cosa per la quale le era rimasta la forza. Abbracciò forte la dura roccia, chiuse gli occhi e tornò con la mente al passato, a quando chiusa nella sua cameretta temeva le ombre intorno a lei, i mostri nell'armadio, i fantasmi alla finestra e si nascondeva sotto le coperte, in compagnia della sola immaginazione. Era a quel punto che sentiva una voce dolce, una voce che aveva sentito troppo poco, quella di suo padre, che entrato di soppiatto nella stanza non faceva altro che sedersi accanto a lei, porgerle una tazza di buon tè caldo ed iniziare a cantare. E lei, in quel momento, aggrappata alla roccia ed immersa nell'acqua, cantò con lui.
"Dear Prudence..."


avatar
Charlotte Staples Lewis

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 28.09.11
Età : 47
Località : Essex, England

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Gruppo 10 "LA GROTTA" [Charlotte]

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum