Gruppo 6 "MEDENINE" [Charlotte, Daniel, Zoe]

Andare in basso

Gruppo 6 "MEDENINE" [Charlotte, Daniel, Zoe]

Messaggio  Destiny il Dom Dic 11, 2011 6:46 pm

Spoiler:
Daniel recupera i file per cui Rachel Blake si è sacrificata. Contengono le formule chimiche dell'antidoto, che Daniel sintetizza nel suo laboratorio di Copenaghen. Insieme a Charlotte parte alla volta di Medenine. Al Fiore di Loto li attende Zoe, pentita per il tradimento e desiderosa di contribuire al salvataggio dei malati sull'Isola. Tramite le corrette impostazioni della macchina, che Zoe ricorda grazie al sogno, l'antidoto viene teletrasportato all'Orchidea. La loro missione è finita.
avatar
Destiny

Messaggi : 235
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Niels Bohr Institute, Copenhagen [Charlotte, Daniel]

Messaggio  Daniel Faraday il Mer Dic 14, 2011 9:37 am


[Niels Bohr Institute, Copenhagen]

*Ci sono cose che, in qualunque linea temporale, rimangono costanti. Il disordine, ad esempio. Il laboratorio di Daniel al Niels Bohr Institute non era molto diverso da quelli di Oxford o di Ann Arbor.
Costosi strumenti fuori dalle relative custodie, alla mercé della polvere.
Pipette semipiene sparse ovunque tra i banchi di lavoro.
Multimetri collegati a fili scoperti.
E poi, naturalmente, la lavagna, consumata dalle troppe cancellature e carica di simboli incomprensibili anche per gli studenti del quarto anno di fisica.



Per Charlotte doveva essere strano – pensò Daniel – riuscire a interpretare la scrittura cuneiforme degli antichi Sumeri, ma al tempo stesso non avere alcuna idea del significato nascosto nelle annotazioni del suo compagno.
E in effetti Charlotte sembrava un po' spaesata in questo luogo, mentre Daniel si muoveva con un'insolita sicurezza, tipica di chi si trova nel proprio habitat naturale.
Accese il computer e si collegò al sito fornitogli dalla giovane Rachel Blake nel loro fugace incontro in Sri Lanka. Prima che le macerie la ricoprissero, diventando il suo ingiusto sepolcro, era riuscita a inviare nell'etere una cartella autoestraibile [http://dl.dropbox.com/u/20662015/Antidote.exe], che le era sopravvissuta e che ora, dopo un semplice download, si trovava sul desktop di Daniel.
La password che Rachel gli aveva comunicato [http://lostreloaded.italiaforum.net/t56-gruppo-6-colombo-charlotte-daniel-zoe-rachel-blake-png#436] era corretta.
La cartella conteneva documenti di operazioni criminali che inchiodavano definitivamente la Hanso Foundation e il suo ambiguo presidente, Thomas Werner Mittelwerk.
Ma l'attenzione si spostò sul file eseguibile Antidote.bat.
Un click e le formule chimiche di struttura dell'antidoto, incluse le dosi, comparvero sullo schermo. Non restava che mettersi all'opera.*

Charlotte, finalmente, ecco la cura per la Malattia! *Daniel era entusiasta.*
Dunque... per sintetizzare il composto dobbiamo procurarci: acido acetico, glucosio e malonilurea.
Prepariamo 100 dosi.
Mentre predispongo la centrifuga, ti dispiacerebbe fare... diciamo così, la spesa?
  • 2 litri di aceto. Poi distilleremo l'acido.
  • 1 kg di golden syrup. Contiene zucchero già raffinato.
  • 5 tubetti di barbiturici. Il butalbital va bene, prendi pure l'Optalidon.

[Nota per i lettori. Per vedere l'immagine dell'antidoto, potete scaricare il fascicolo ed eseguire anche sul vostro computer le operazioni svolte da Daniel, descritte sopra. I file sono sicuri. Per quanto riguarda invece la sintesi chimica... please don't try this at home!]

_________________
[Charlotte, there is no "for now"; if you don't come with me, "for now" could be forever.]
avatar
Daniel Faraday
Admin

Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 26.09.11
Età : 40
Località : Niels Bohr Institute, Copenaghen, Danimarca

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Niels Bohr Institute, Copenhagen [Charlotte, Daniel]

Messaggio  Charlotte Staples Lewis il Mer Dic 14, 2011 10:42 pm

Era passata più di un'ora da quando Daniel le aveva chiesto di andare a recuperare ciò che gli serviva per sintetizzare l'antidoto. Tornò da lui decisamente soddisfatta, fiera di essere riuscita nell'unica missione in cui non avrebbe potuto fallire in quel posto: fare la spesa. Non aveva mai provato un odio particolare per i numeri, anzi, le erano sempre stati piuttosto indifferenti, ma esserne totalmente circondata e nella completa ignoranza la faceva sentire decisamente inutile. E lei odiave essere inutile.
Si avvicinò a Daniel posando sul tavolo da lavoro la busta contenente i frutti della sua ricerca.
"Sei riuscita a trovare tutto?" Le chiese Daniel curioso. "Si" rispose lei "Anche se non è stato facile rimediare i barbiturici. Maledetti danesi e la loro tranquillità d'animo, fossimo stati nella mia adorata e nevrotica patria, l'unica domanda che mi sarei sentita porre dal farmacista sarebbe stata: quanti ne vuole? Ah, quanto mi manca l'Inghilterra." sorrise ironica.
"Comunque" disse iniziando a tirare fuori dalla busta le varie bottigliette "ecco qua, c'è tutto. Ah dimenticavo..."*tirò fuori dalla tasca dei pantaloni un piccolo foglio di carta*"...In caso ci servisse ora abbiamo anche il numero di un giovane dottore gentile che è stato molto felice di potermi aiutare..." posò il biglietto sul tavolo "...anche se dubito che sarà così servile dopo che stasera mi avrà attesa invano nel suo ristorante preferito."



Ultima modifica di Charlotte Staples Lewis il Gio Dic 15, 2011 1:00 am, modificato 1 volta
avatar
Charlotte Staples Lewis

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 28.09.11
Età : 46
Località : Essex, England

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Niels Bohr Institute, Copenhagen [Charlotte, Daniel]

Messaggio  Daniel Faraday il Mer Dic 14, 2011 11:15 pm

*La ricetta artigianale dell'antidoto secondo Faraday:
  • Distillare 2 litri d'aceto per ottenere acido acetico (4% in volume).
  • Separare tramite centrifuga il glucosio da saccarosio, fruttosio e acqua, contenuti in 1 kg di golden syrup (resa del 23%).
  • Polverizzare 125 pillole di Optalidon, versarle in un becher, scaldare il contenuto a 180°F e isolare l'acido barbiturico.
  • Mescolare generosamente il tutto e attendere che il composto arrivi a riposo.



100 dosi erano pronte.
L'umore di Daniel invece poteva essere migliore. Mentre si decideva il futuro di molte vite sull'Isola, a lui non era andata giù la proposta di Charlotte al dottore, per quanto ingannevole. Brutta bestia, la gelosia.*

_________________
[Charlotte, there is no "for now"; if you don't come with me, "for now" could be forever.]
avatar
Daniel Faraday
Admin

Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 26.09.11
Età : 40
Località : Niels Bohr Institute, Copenaghen, Danimarca

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Niels Bohr Institute, Copenhagen [Charlotte, Daniel]

Messaggio  Charlotte Staples Lewis il Mer Dic 14, 2011 11:32 pm

Ce l'avevano fatta. C'erano riusciti, avevano ciò che stavano cercando da mesi, ciò per cui avevano rischiato di morire. E, pensò malinconica, ciò per cui qualcuno era morto davvero.
Era entusiasta, non riusciva quasi a crederci, non era abituata ad avere davanti ai suoi occhi la realizzazione di ciò che aveva desiderato, almeno non così palesemente. Eppure c'era qualcosa di strano: era l'unica persona ad essere euforica nella stanza, quando a rigor di logica avrebbero dovuto essere in due.
"Oh..." *comprese all'improvviso. Lentamente si avvicinò a Daniel, appoggiato con i gomiti sul ripiano dove giacevano le dosi di antidoto appena sintetizzate. Si posizionò accanto a lui :"Dan, so che che non è stato proprio molto etico raggirare un uomo per ottenere quelle pillole, ma ti assicuro che non è stato affatto piacevole, semplicemente era l'unica opzione." *Alzò lo sguardo e sorrise guardandolo negli occhi e stringendogli la mano. Non poteva negarlo, adorava la gelosia.*
"Allora, andiamo?"
avatar
Charlotte Staples Lewis

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 28.09.11
Età : 46
Località : Essex, England

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gruppo 6 "MEDENINE" [Charlotte, Daniel, Zoe]

Messaggio  Zoe Kendall il Mer Dic 14, 2011 11:36 pm



*Fior di Loto – Medenine – Tunisia.
Il ritorno.
Varie sventure si erano consumate dall’ultima volta che era stati lì. Incomprensioni, corruzioni, equivoci, tradimenti. Alcuni per mano sua, purtroppo. Era diventato troppo facile manipolarla e questo non se lo perdonava. La posta in gioco era ormai diventata troppo alta. Il colpevole era solo uno e presto tardi, promise a se stessa, avrebbe pagato.
Erano passati solo pochi mesi d quando avevano eretto la nuova stazione Dharma, eppure sembrava che fosse passata una vita. Ricorda l’entusiasmo, la concitazione, ogni singola emozione provata in quel luogo. Si guardava intorno, non tutto era rimasto proprio come l’avevano lasciato. Le mani delle persone incompetenti lasciano il segno. Si mise subito al lavoro. Procedette così con vari esperimenti tramite un laser. Dopo alcuni aggiustamenti della posizione delle punte sulle pareti, riuscì ad annullare la riflessione della radiazione elettromagnetica. Tutto era pronto finalmente.*


Ultima modifica di Zoe Kendall il Mer Dic 14, 2011 11:42 pm, modificato 1 volta
avatar
Zoe Kendall

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Medenine, Tunisia [Charlotte, Daniel, Zoe]

Messaggio  Daniel Faraday il Mer Dic 14, 2011 11:41 pm

*Volo Copenhagen-Parigi.
Volo Parigi-Tunisi.
Trasferimento Tunisi-Medenine.
E poi, nell'area degli scavi, interdetta all'accesso, la Stazione Fior di Loto, dove li attendeva Zoe, la traditrice pentita.
A guidare i movimenti era Charlotte: francese fluente e praticamente di casa in Tunisia.*


_________________
[Charlotte, there is no "for now"; if you don't come with me, "for now" could be forever.]
avatar
Daniel Faraday
Admin

Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 26.09.11
Età : 40
Località : Niels Bohr Institute, Copenaghen, Danimarca

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Medenine, Tunisia [Charlotte, Daniel, Zoe]

Messaggio  Charlotte Staples Lewis il Gio Dic 15, 2011 12:11 am



- "Allô Fouad!" salutò il suo vecchio amico.
- "Madame Charlotte! Comment ça va?" [Charlotte come va?] Le sorrise come sempre gentile l'unico uomo di cui si fidasse in tutta la nazione, colui che dall'essere semplicemente un mercante che riforniva il suo scavo, era diventato molto di più.
- "Bien, merci. E toi, ça va? Et ta femme, tes fils??" [Tutto bene grazie, e tu come stai? E tua moglie, i bambini??]
- "Tous heureux et bien portant madame!" [Tutti felici ed in salute signora!]
- "Allons-y, tu m'as manqué! Embrasse-moi!" [Andiamo, mi sei mancato! Abbracciami!]
Charlotte abbracciò forte Fouad, o almeno così sarebbe sembrato a chiunque si fosse fermato ad osservarli. In realtà non era l''abbraccio che desiderava, ma l'occasione per chiedergli un favore senza essere notata.
-"Je suis préssée, Fouad, sans doute suite, donc écoute moi et tais-toi: je necéssite d'une voiture, tu sais pour aller ou. Ne me demande rien, c'est mieux ainsi." [Ho fretta, Fouad, e sicuramente mi stanno seguendo, quindi sta zitto e ascoltami: mi serve un'auto, per andare tu sai dove. Non chiedermi, nulla, è meglio così.] gli sussurrò all'orecchio.
- "Il y en a une derrière ma maison. Vous pouvez la prendre, mais faisez attention et rappellez-vous: c'est pas moi qui vous l'a donné. Bien?" [Ce n'è una dietro casa mia. Prendetela, ma state attenta e ricordate: non l'avete avuta da me. D'accordo?] Le rispose a volume molto basso eppure estremamente chiaro, passandole di nascosto un paio di chiavi.
- "Parfait." La ragazza si staccò da lui e sfoggiando un indifferente sorriso disse "Adieu mon ami, le travaille m'attends, a bientôt" [Arrivederci amico mio, il lavoro mi attende, a presto!] , dirigendosi spedita verso Daniel al quale fece un semplice cenno con la testa, indicandogli di seguirla.
Si diressero più defilatamente possibile dove le aveva indicato Fouad e trovarono ad attenderli una vecchia Jeep.



Charlotte salì a bordo e velocemente avviò l'auto, non senza qualche protesta del rumoroso motore.
Guardò Daniel, evidentemente preoccupato per le condizioni in cui versava la jeep, piena di sabbia ed oltremodo usurata. "Daniel, andrà tutto bene, Fouad non mi metterebbe mai in pericolo" disse tentando di tranquillizzare l'uomo seduto al suo fianco e, forse, mentendo a sé stessa.
Furono fortunati, Fouad era un brav'uomo: nonostante le impressioni, l'auto compì il suo dovere, trasportandoli sani e salvi fino alla loro meta. Scesero dal mezzo, sudati ed accaldati come non mai anche se, difficile a dirsi se per la temperatura o perché entro qualche minuto avrebbero realizzato ciò che desideravano da mesi.
Charlotte prese delicatamente la mano di Daniel e con un docile quanto speranzoso sorriso disse "Siamo arrivati Dan. È ora di entrare."


Ultima modifica di Charlotte Staples Lewis il Ven Dic 16, 2011 2:06 pm, modificato 3 volte
avatar
Charlotte Staples Lewis

Messaggi : 66
Data d'iscrizione : 28.09.11
Età : 46
Località : Essex, England

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gruppo 6 "MEDENINE" [Charlotte, Daniel, Zoe]

Messaggio  Zoe Kendall il Gio Dic 15, 2011 12:40 am

Daniel e Charlotte entrarono alla stazione. Charlotte rimaneva sempre fredda e distaccata, non l’aveva ancora perdonata e forse nemmeno Daniel. E ciò che Zoe gli stava per dire non avrebbe di certo aggiustato le cose…

[Post condiviso per semplificare la lettura, entrambi abbiamo svolto le nostre parti singolarmente.]

Zoe: Daniel, c’è una cosa di cui ti devo parlare… sinceramente più di una… vuoi che inizi con una brutta notizia o con una bella?

Daniel: Ehm... intanto dimmi quella bella. Per la brutta c'è sempre tempo, no?

Zoe: Eh insomma, vedi... tuo padre mi ha chiesto di utilizzare alcune informazioni contenute sul tuo diario per poter utilizzare il dispositivo

Daniel: Il mio diario?? Non era rimasto nel 2023, disintegrato da Jughead?

Zoe: Ed ecco la cattiva notizia... ti ho mentito. tuo padre mi ha costretto. Il diario ha viaggiato con me e Naomi.

Daniel: Zoe, no fermati... Abbiamo fatto un viaggio insieme, ne abbiamo parlato e non mi hai detto nulla. Sai quanto ci tenga a quegli appunti. Ci sono tutti i miei studi, i ricordi di una vita dedicata a comprendere la materia che ci circonda, lo scorrere del tempo. Dov'è ora? Dove l'avete messo tu e mio padre?

Zoe: *Prende il suo zaino e tira fuori il diario* è sempre stato con me *lo passa a Daniel* tuo padre e i suoi uomini hanno tentato di usare alcune informazioni, in particolare i parametri relativi al dispositivo. Ma tu li avevi scritti in modo tale che non venissero capiti... tuttavia, ho capito subito il modo in cui utilizzarli, ma l'ho tenuto nascosto a tuo padre.

Daniel: Ho fatto uno strano sogno una notte. Suonavo il pianoforte, in riva al mare. E c'eri tu. Poi ti dissi qualcosa al contrario e sparii. Mi svegliai con la sensazione di averti rivelato qualcosa di significativo. Ma era solo un sogno, vero?

Zoe: Non so Daniel se fosse un sogno... è possibile che due persone sognino la stessa identica cosa? è stato proprio grazie a quel sogno che sono riuscita a comprendere il tuo codice

Daniel: Tutto ciò che è compatibile con le leggi della natura lo è. Quindi, sì, è possibile, anche se altamente improbabile...

Zoe: Eppure è così... comunque non ho detto niente a tuo padre...non sa come utilizzare il dispositivo, mi ha chiesto di non darti il diario eppure, ora, eccolo qua..

Daniel: Grazie Zoe, questo gesto è molto importante per me. Credo che possiamo lasciarci alle spalle i problemi di fiducia. Accendiamo il generatore, ti va? Abbiamo una missione da completare.
avatar
Zoe Kendall

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 26.09.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Medenine, Tunisia [Charlotte, Daniel, Zoe]

Messaggio  Daniel Faraday il Ven Dic 16, 2011 1:13 am



*Tutto era pronto. I parametri del campo magnetico oscillante erano corretti: 2.342 gauss e 11 Hz. L'antidoto era posizionato al centro della camera anecoica.

Daniel volle inserire un messaggio per Ben, prima di spedire "il pacco" all'Orchidea. Anche Charlotte lo sottoscrisse.


[Ecco il nostro ultimo regalo per l'Isola.
Tienilo al sicuro.
Ci licenziamo. E ce ne andiamo, chissà dove.
Non ci cercare, per favore.
Benjamin, non ti dimenticheremo.]


Erano liberi ora. Un sentiero vergine davanti a loro, tutto da percorrere. Insieme? Daniel ci sperava e mai come adesso era pronto per un nuovo inizio.

Prima tappa:*
Roma! Che ne dici Charlotte, ci andiamo?

_________________
[Charlotte, there is no "for now"; if you don't come with me, "for now" could be forever.]
avatar
Daniel Faraday
Admin

Messaggi : 53
Data d'iscrizione : 26.09.11
Età : 40
Località : Niels Bohr Institute, Copenaghen, Danimarca

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Gruppo 6 "MEDENINE" [Charlotte, Daniel, Zoe]

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum